Falafel di lenticchie rosse e verdi con spezie

I falafel di lenticchie sono una ricetta semplice e buonissima, che richiama i sapori orientali. Perfetti da gustare da soli come secondo piatto, sono ideali anche come stuzzichino per un aperitivo. La vera golosità? Provateli avvolti in una piadina!

falafel di lenticchie
Stampa

Falafel di lenticchie rosse e verdi con spezie

La ricetta dei falafel di lenticchie ci porta direttamente in Oriente. I falafel sono infatti una pietanza mediorientale, golosissimi bocconcini di legumi speziati e fritti. Volete provarli? Ecco la ricetta.

    Autore: Cristiano Bonolo
    Prep.: 20 min + 30 min (riposo)
    Cottura: 15 min
    Tempo tot.: 1 ora 5 min
    Dosi per: 4 persone

Ingredienti

Strumenti: frullatore

Si cucina!

Le lenticchie

Iniziate con il lavare sotto l’acqua corrente le lenticchie poi cuocetele in abbondante acqua salata con una foglia di alloro o un piccolo pezzo di alga kombu sino a quando saranno tenere: questo faciliterà la cottura e permetterà alle lenticchie si diventare anche più digeribili. A parte, tritate la cipolla e le carote e fatele soffriggere in una padella antiaderente con un filo di olio extravergine di oliva.

L’impasto

Versate le lenticchie in un frullatore insieme al soffritto di cipolla e carote e alle spezie quindi aggiungete la noce moscata, la curcuma, il pepe bianco e quello nero, il cumino, il coriandolo e lo zenzero in polvere. Frullate sino a ottenere una crema non troppo omogenea. Aggiungete il timo e correggete di sale. Se l’impasto fosse troppo umido aggiungete pangrattato. Fate riposare il tutto in frigorifero per almeno 30 minuti.

Pronti per friggere

Terminato il periodo di riposo, con le mani umide, formate dei bocconcini che andrete a passare nella farina integrale. In un piccolo pentolino scaldate l’olio di semi di arachidi portandolo a una temperatura di 170/175 gradi e immergete delicatamente i bocconcini infarinati. Cuoceteli per pochi minuti e sino a quando la superficie esterna avrà preso un bel colore dorato. Estraeteli dall’olio e adagiateli su un piatto con della carta assorbente. Potete, ovviamente, cuocere i falafel di lenticchie anche in forno: utilizzate la funzione statica e scaldate a 180°, appoggiate i falafel sulla carta forno con un po’ di olio; ci vorranno 15 minuti circa, ma verificate la doratura durante la cottura.

Iscriviti alla newsletter e ricevi subito l'ebook gratis

Quattro ricette MAI pubblicate sul sito che potrai scaricare immediatamente. Puoi scegliere di ricevere una ricetta al giorno o una newsletter a settimana con il meglio di Vegolosi.it.  Iscriviti da qui.

Conservazione

Potete conservare i falafel di lenticchie in frigorifero, in un barattolo ben chiuso, per circa 3 giorni. Potete anche decidere di congelarli: prima metteteli su di un vassoio, separati fra loro. Una volta congelati riponeteli in un sacchetto gelo. Quando vorrete riutilizzarli non dovrete far altro che ripassarli in padella con un po’ di olio, direttamente da congelati, oppure metterli in forno a 180° fino a che non saranno ben dorati e morbidi.

 

Consiglio per i vegolosi: Provate ad impanare i bocconcini anche con alcuni semi di sesamo, daranno croccantezza e sapore.

Insieme

Abbonarsi a Vegolosi MAG, la nostra rivista mensile digitale, ti permetterà di goderti ricette inedite, contenuti giornalistici di alta qualità e al tempo stesso sostenere Vegolosi.it e il lavoro facciamo ogni giorno per permettere a sempre più persone di acquisire maggiore consapevolezzaSe vuoi, puoi farlo da qui.

***

Non ora ma ricordamelo!

Inserisci il tuo indirizzo di posta elettronica qui sotto e ti invieremo un massimo di due email, nei prossimi 30 giorni.

Print Friendly

Le altre ricette video

0