Insalata di funghi Portobello

Insalata di funghi Portobello
Stampa

Insalata di funghi Portobello in barattolo

L’insalata di funghi Portobello in barattolo è una ricetta colorata, sfiziosa, gustosa e facilissima da preparare. Un mix di ingredienti e di sapori che garantirà il successo di questo secondo piatto.

    Autore: Cristiano Bonolo
    Prep.: 15 min
    Cottura: 60 min
    Tempo tot.: 1 ora 15 min
    Dosi per: 4 persone

Si cucina!

Le carote

Mondate e pelate le carote poi tagliatele a tronchetti della lunghezza di 4/5 centimetri. Disponetele su una leccarda ricoperta da carta da forno e condite con olio extravergine di oliva, sale e una spolverata di peperoncino e pepe selvatico. Infornate a 190 °C per circa 50 minuti.

I fagiolini piattoni

Pulite i fagiolini sciacquandoli rapidamente sotto l’acqua corrente, poi tagliateli in diagonale in pezzi più piccoli e fateli bollire 5 minuti in acqua salata. Scolateli e spadellateli 1 minuto in una padella antiaderente con un filo di olio extravergine di oliva e sale a fiamma viva.

I funghi Portobello

Lavate accuratamente i funghi sotto l’acqua corrente e tagliateli a pezzetti dello spessore di circa 1 centimetro. In una padella antiaderente (meglio un wok) friggeteli in olio caldo e uno spicchio di aglio privato dell’anima. Mantenete la fiamma alta, mescolate costantemente per evitare che i funghi brucino e spolverizzate con un po’ di polvere di combava. Regolate di sale.

Gli ultimi passi

Tagliate la mela a spicchi, eliminate i semi e poi riducete tutto a cubetti. Passateli velocemente in un po’ di succo di limone e zucchero di canna e velocemente fateli saltare in una padella antiaderente con un filo di olio extravergine di oliva.
A parte, preparate un pesto che utilizzerete per insaporire e decorare il piatto utilizzando le foglie di basilico e di menta che frullerete velocemente con poco olio di oliva extravergine. Date spazio alla vostra fantasia e componete il piatto: potete dividerlo a strati, magari mettendolo in un barattolo, ognuno dei quali darà una sua esperienza al palato.

Print Friendly
0
Mostra commenti (0)