Batate dolci al forno ripiene di lenticchie con crema al tahin

Un ricco piatto unico in cui la dolcezza delle patate dolci si sposa alla perfezione con il ripieno di lenticchie e la crema di tahin e yogurt di soia

batate al forno ripiene
Stampa

Batate dolci al forno ripiene di lenticchie con crema al tahin

Le batate al forno ripiene di lenticchie sono un secondo sostanzioso e ricco di gusto, a cui la salsa di tahin e yogurt di soia aggiunge un tocco sfizioso. In mancanza delle batate, dette anche patate dolci americane, potete usare delle patate normali, ma vi assicuriamo che il tocco dolce delle batate si sposa a meraviglia con le lenticchie e con il sapore deciso del tahin.

    Autore: Sonia Maccagnola
    Prep.: 25 min
    Cottura: 50 min
    Tempo tot.: 1 ora 15 min
    Dosi per: 4 persone

Ingredienti

Si cucina!

Prepariamo le lenticchie 

Mettete le lenticchie in ammollo per almeno un’ora (o un mezza giornata se ne avete il tempo). Pulite e tagliate a dadini molto piccoli il sedano, la carota e la cipolla. Scaldate in una pentola un filo d’olio e fatevi soffriggere le verdure con un pizzico di sale e il cucchiaio di concentrato di pomodoro. Dopo qualche minuto aggiungete le lenticchie scolate e sciacquate, e copritele di brodo caldo. Salate e pepate e lasciate cuocere per 20 minuti, fino a che le lenticchie saranno morbide ma non sfatte, e il liquido di cottura si sarà asciugato completamente.

Arrostiamo le batate

Nel frattempo lavate bene le batate, tagliatele a metà tenendo la buccia e ungetele bene con un po’ d’olio extravergine d’oliva. Arrostitele in forno statico a 200°C per 30 minuti: dovranno risultare ammorbidite ma ancora sode. Lasciatele poi intiepidire e con un cucchiaio scavatele, lasciando almeno 1,5 cm di bordo. Salate l’interno di ogni batata e riempitele con le lenticchie calde.

Completiamo con la crema al tahin

Per la crema al tahin riunite in una ciotola il tahin, lo yogurt di soia bianco non dolcificato, un pizzico sale e acqua sufficiente ad ottenere una crema fluida. All’inizio può sembrare che il tahin non si mescoli per nulla con l’acqua: è normale, voi continuate a mescolare e alla fine otterrete una salsa omogenea. Completate ogni barchetta di batata ancora calda con un cucchiaio di crema al tahin e servite.

Conservazione

Vi consigliamo di conservare le batate ripiene e la crema al tahin separatamente. Potete tenere le batate ripiene un giorno in frigorifero ben chiuse in un contenitore di vetro o di plastica fornito di coperchio. Al momento del riutilizzo scaldatele in forno statico a 180°C e poi conditele con la salsa. Anche la crema al tahin va tenuta in frigorifero in un contenitore ben chiuso per 1-2 giorni.

Consiglio per i vegolosi: La crema al tahin e yogurt è ottima anche per condire un'insalata o delle verdure al vapore

Print Friendly

Le altre ricette video

0
Mostra commenti (0)