Erbe aromatiche in cucina, quali sono e come usarle

Erba cipollina

Decorano terrazzi e balconi durante la bella stagione. Il loro profumo, come il sapore di ciascuna, è inconfindibile e connaturato alle origini della nostra cucina più tradizionale: sono le erbe aromatiche. Ingredienti dai mille usi, le erbe aromatiche sono da sempre usate anche per le loro proprietà salutari, per preparare infusi e tisane e per i piccoli rimedi casalinghi. Scopriamone insieme alcune e come sfruttarne a pieno aromi e benefici!

Il basilico è l’erba regina della regione Mediterranea. Ne esistono di diverse varietà: il “genovese Dop”, dalle foglie larghe e molto profumate, usate per fare il pesto, il “napoletano”, dall’aroma più delicato, il “mammouth”, dalle figlie molto grandi, il “rosso” o “messicano”, dal sapore leggermente piccante, chiamato così per la particolare colorazione rossastra delle sue piccole foglie. L’aroma tipico del basilico è dovuto alla presenza di oli essenziali che gli conferiscono anche proprietà digestive. Usate il basilico per preparare la pizza vegana senza glutine.
L‘erba cipollina, oltre a dare un tocco di vivacità ai piatti estivi per il particolare sapore che richiama sia quello dell’aglio che quello dalla cipolla, è anche decorativa: merito dei bei fiori sferici dal delicato colore rosato che fanno la loro comparsa nella bella stagione. In cucina, l’erba cipollina si presta ai più svariati usi: i fusti, tritati finemente, sono ottimi per insaporire insalate, minestre, sughi e salse o, dopo essere stati leggermente sbollentati, si possono usare come guarnizione per legare fagottini e composizioni di verdure. Anche i fiori sono commestibili e possono essere impiegati per dare un tocco di colore al piatto, aggiunti a una bella insalata mista di stagione o a una frittata (magari senza uova). Usate l’erba cipollina come ingrediente della crema spalmabile allo yogurt.
L’aglio è davvero multiuso: ingrediente base di moltissime ricette, fa bene alla salute e può essere usato anche in casa, ad esempio per allontanare in modo naturale insetti indesiderati e tarme. Ricco di sali minerali, vitamine, oligoelementi e amminoacidi, l’aglio ha riconosciute proprietà antibatteriche, prebiotiche, antiossidanti e protettive del sistema cardiovascolare. Qualche trucco per renderlo più digeribile? Tagliarlo in lamelle molto sottili, tritarlo o lasciarlo in ammollo in acqua un’oretta prima di usarlo o, ancora, aggiungere alla pietanza uno spicchio intero da togliere prima di servire il piatto. Usate l’aglio per preparare l’hummus.
Il rosmarino è una delle erbe più usate nella cucina mediterranea. Si può coltivare anche in terrazzo, ma richiede sole e protezione dal vento. Oltre che per aromatizzare pane, pizze, focaccie, minestre e macedonie, il rosmarino è ottimo per preparare infusi e tisane che aiutano la digestione, stimolano l’appetito e il buon funzionamento del fegato e della cistifellea. Il rosmarino ha anche proprietà antiinfiammatorie e antibatteriche ed è consigliato, ad esempio, per l’igiene del cavo orale. Usate il rosmarino per aromatizzare i muffin alla zucca, uvetta e cioccolato.
Il nome della salvia già dice molto di quest’erba dalle mille proprietà. Salvia ha, infatti, a che fare con il verbo latino salvere, che significa “star bene, godere di buona salute”: questo perché, già in epoca antica, la salvia era utilizzata come una sorta di panacea per moltissimi disturbi, grazie alle sue proprietà disinfettanti e antibatteriche. In cucina si presta alle più svariate preparazioni: provatela con le conchiglie integrali alle patate.
Il lemongrass o citronella è un’erba originaria dell’India, largamente usata nella cucina thailandese e vietnamita, dall’aroma intenso e dal profumo delicato di limone. Il suo sapore agrumato e balsamico si sposa perfettamente con l’aglio, lo zenzero, il coriandolo e il peperoncino. È ottimo per aromatizzare salse e zuppe agro-piccanti, per aggiungere un tocco di sapore alle verdure e alle marinate e alle preparazioni a base di curry e latte di cocco. Con il lemongrass si possono preparare tè e infusi e grazie al citrale, un olio essenziale, ha anche proprietà rassodanti, se aggiunto a creme e oli cosmetici.

 

Print Friendly
0
Mostra commenti (0)