Pastiera vegan: ricetta facile e testata per il pranzo di Pasqua

La pastiera napoletana in versione vegan? Eccola qui: testata dalla nostra redazione, è davvero una delizia e sarà perfetta per i vostri pranzi di Pasqua ( ma non solo).

Pastiera vegana
Stampa

Pastiera vegana

La pastiera è un dolce tipico della tradizione napoletana che viene servito in tavola in occasione della Pasqua. Abbiamo ripensato a questa ricetta in chiave vegana, creando un dolce davvero gustoso, d’effetto ma insieme semplice: la tradizione si cambia e la si gusta meglio!

    Autore: Vegolosi.it
    Prep.: 50 min
    Cottura: 50 min
    Tempo tot.: 1 ora 40 min
    Dosi per: 6 persone

Ingredienti

  • 450 g farina integrale
  • 50 g fecola di patate
  • 150 g zucchero di canna grezzo
  • 130 g olio di semi di girasole
  • 110 ml latte di mandorle (o altro latte vegetale)
  • 1 pizzico di sale
  • 1 pizzico vaniglia in polvere

Per il ripieno:

  • 550 g di grano cotto
  • 250 g di sciroppo d’agave
  • 200 g di latte vegetale (suggerito:latte di mandorle)
  • 200 g di tofu vellutato
  • 50 g di uvetta
  • 30 g di fecola di patate
  • 30 g di frutta candita
  • 1 cucchiaino di vaniglia in polvere
  • 1 cucchiaino di agar agar in polvere
  • scorza di 1/2 arancia
  • 1/2 fialetta di acqua di fiori di arancio
  • malto e acqua per colorare la frolla q.b.
  • zucchero a velo (opzionale) q.b.

Strumenti:

  • Teglia da 24 cm di diametro

Si cucina!

Iniziate preparando la frolla: setacciate in una ciotola capiente le farine per evitare la formazione di grumi aggiungendo il pizzico di sale, la vaniglia in polvere e lo zucchero.  Aggiungete subito dopo gli ingredienti liquidi lavorando per bene l’impasto con le mani sino a ottenere un panetto liscio e compatto. Avvolgetelo poi in pellicola trasparente e lasciatelo riposare almeno 30 minuti in frigorifero.

Procediamo con il ripieno. In un pentolino versate il grano cotto e il latte di mandorle cuocendo il tutto a fiamma bassa fino a quando il grano non avrà assorbito tutto il liquido. A parte, invece, frullate il tofu vellutato con lo sciroppo d’agave, la vaniglia in polvere, l’agar agar e la fecola: unite poi gli ingredienti appena frullati al grano cotto e continuate a cuocere per circa 5 minuti. Infine, aggiungete l’uvetta, la frutta candita, la scorza dell’arancia grattugiata e l’acqua di fiori d’arancio.

A questo punto, riprendete il panetto di frolla e stendetene 2/3 sulla base della tortiera avendo cura di coprire anche i bordi. Quindi, versate il ripieno di grano e, con la frolla rimasta, formate delle strisce di 2 centimetri circa di larghezza che posizionerete a griglia sulla superficie del ripieno avendo cura di attaccarli ben bene sui bordi. Prima di infornare spennellate la frolla con un composto di acqua e malto per dare alla pastiera colore dorato durante la cottura.

Cuocete la vostra pastiera in forno statico a 180 gradi per 40/50 minuti. Al termine lasciate raffreddare a temperatura ambiente e, se volete, spolverizzate con dello zucchero a velo.

Conservazione

In generale è meglio preparare questo dolce il giorno prima per gustarlo al meglio. Una volta pronta conservatelo assolutamente fuori dal frigorifero per 2/3 giorni al massimo.

Print Friendly

Le altre ricette video

0
Mostra commenti (0)