Torta di compleanno vegana con crema al caffè e panna di soia

Una torta sontuosa decorata con panna montata di soia, cacao e nocciole, che racchiude un sofficissimo pan di Spagna e una delicata crema al caffè

Stampa

Torta di compleanno con crema al caffè e panna di soia

Con questa torta con crema al caffè e panna di soia montata vi assicuriamo un figurone per la vostra prossima festa. Che si tratti di un compleanno, un anniversario, una laurea, una comunione o una promozione questo dolce è adatto a qualsiasi vostra occasione speciale. La copertura di golosissima panna di soia montata racchiude strati di soffice pan di Spagna vegan e deliziosa crema al caffè. La copertura di cacao e nocciole la completano sia esteticamente che a livello di sapore. Non avete un grande evento in vista? Nulla vi vieta di prepararla già stasera per viziarvi un po’, anzi.

    Autore: Sonia Maccagnola
    Prep.: 40 min
    Cottura: 10 min
    Tempo tot.: 50 min
    Dosi per: 10-12 persone

Ingredienti

Per la crema al caffè

Per la decorazione

  • 600 ml di panna di soia da montare
  • Cacao amaro q.b. (per la decorazione)
  • Granella di nocciole q.b. (per la decorazione)
  • Chicchi di caffè q.b. (per la decorazione)

 Strumenti

  • Filo da cucina o coltello seghettato
  • Fruste elettriche
  • Spatola per dolci
  • Colino
  • Sac à poche

Si cucina!

Prepariamo la crema al caffè

Versate l’amido in un pentolino e aggiungete qualche cucchiaio di latte di soia in modo da sciogliere bene l’amido ed eliminare ogni possibile grumo. Continuando a mescolare con un cucchiaio di legno, versate anche il restante latte e il caffè. Portate a bollore tenendo il composto sempre mescolato per evitare che il fondo attacchi, poi abbassate la fiamma al minimo e fate cuocere altri 2 minuti: deve addensarsi e assaggiandola non si deve più sentire il sapore dell’amido. Dolcificate con lo sciroppo di riso e trasferite la crema in una ciotola, coprendola a contatto con un foglio di pellicola. Lasciatela raffreddare completamente. Volendo potete preparare la crema il giorno prima e conservarla in frigorifero fino al momento dell’utilizzo.

Tagliamo il pan di Spagna

Prendete i due dischi di pan di Spagna e tagliateli a metà utilizzando un coltello seghettato o un filo da cucina. Se volete usare il filo da cucina procedete in questo modo: con un coltellino appuntito e ben affilato praticate un’incisione lungo tutto il bordo della torta, cercando di ottenere due strati dello stesso spessore. A questo punto prendete il filo da cucina e avvolgetelo attorno alla torta facendolo passare nell’incisione. Fate un nodo e tirate quindi i due capi del filo delicatamente in modo che stringendolo il filo tagli la torta. Alla fine vi ritroverete con un filo annodato che ha attraversato tutta la torta e due strati di pan di Spagna perfettamente tagliati. Eseguite la stessa operazione per entrambi i dischi di pan di Spagna.

E ora la farcitura

Disponete il primo disco di pan di Spagna su un piatto perfettamente piano e ricoprite la superficie con un terzo della crema a caffè. Coprite con un secondo disco e farcite anch’esso con un terzo della crema. Proseguite coprendo con il terzo strato di pan di Spagna, farcitelo con la crema rimanente e coprite con il quarto e ultimo disco.

Infine decoriamo la torta

In una ciotola capiente versate la panna di soia da montare e montatela con le fruste elettriche. Aiutandovi con una spatola per dolci ricoprite l’intera superficie della torta di panna montata, tenendone da parte un po’ per le decorazioni. A questo punto potete sbizzarrirvi con la fantasia per decorare la torta come più vi piace. Noi vi suggeriamo di cospargere la superficie di cacao amaro e ricoprire i bordi con granella di nocciola. Poi usando una sac à poche potete arricchire i bordi con ciuffi di panna montata e infine chicchi di caffè.

Conservazione

Questa torta si conserva per massimo un paio di giorni, preferibilmente in frigorifero.

Consiglio per i vegolosi: Si tratta di un pan di Spagna piuttosto delicato, per cui vi consigliamo di cuocerlo, farlo raffreddare e farcire tutto nella stessa giornata, per evitare che restando troppo all'aria si secchi e diventi poi troppo friabile da tagliare e maneggiare

Print Friendly
0
Mostra commenti (0)