Pesto di cavolo nero

Un pesto vegano molto semplice da preparare e molto gustoso: con pinoli, mandorle e un po’ di lievito alimentare

Pasta con pesto di cavolo nero

Stampa

Pesto di cavolo nero

Il pesto di cavolo nero è una crema vegana molto semplice da preparare e molto gustosa: in questa versione gli diamo consistenza e sapore con l’aggiunta del lievito alimentare. Ottimo sui crostini ma anche per preparare un piatto di pasta saporito e originale. Ecco come cucinarlo in pochissimo tempo.

    Autore: Cristiano Bonolo
    Prep.: 20 min
    Tempo tot.: 20 min
    Dosi per: 4 persone

Si cucina!

Semplice e buonissimo

Dopo aver rimosso la costa centrale, cuocete a vapore le foglie di cavolo nero. In un mortaio, o in un robot da cucina, raccogliete le foglie cotte, i pinoli, le mandorle e l’aglio. Pestate, o tritate tutti gli ingredienti sino ad ottenere un composto omogeneo.
Aggiungete il lievito alimentare, il sale e tanto olio quanto ne serve per raggiungere una consistenza morbida e non troppo grumosa.

E’ possibile utilizzarlo su dei crostini ma è sicuramente meglio se mescolato a della buona pasta integrale.

Conservazione

Il pesto di cavolo nero si conserva 2-3 giorni in frigorifero, chiuso in un contenitore per alimenti.

Consiglio per i vegolosi: Potete sostituire il cavolo nero anche con le cime di rapa

Print Friendly

Le altre ricette video

0
Mostra commenti (0)