Pasta fredda con verdure, limone, zenzero e semi di papavero

Una pasta estiva nei colori e nella freschezza dei sapori, ricca di deliziose verdure croccanti

pasta fredda con verdure miste

Print

Pasta fredda con verdure, limone, zenzero e semi di papavero

Questa pasta fredda è un’esplosione di colori e gusto. Le verdure croccantine e il condimento a base di limone, zenzero e semi di papavero rendono unica questa pasta, anche nell’aspetto. Potrete chiaramente usare le verdure che più gradite o che semplicemente avete già in casa, e il risultato sarà comunque un’insalata di pasta strepitosa.

    Author:
    Preparazione: 10 min
    Cottura: 20 min
    Tempo totale: 30 min
    Dosi per: 4 persone

Si cucina!

Cuociamo la pasta

Lessate la pasta in abbondante acqua salata. Scolatela al dente, conditela con un filo d’olio e lasciatela raffreddare in una ciotola.

Saltiamo le verdure

Affettate finemente il porro e soffriggetelo 10 minuti in un’ampia padella con un filo d’olio e un pizzico di sale. Nel frattempo pulite e tagliate a bastoncini sottili il resto delle verdure: i peperoni, la carota e la zucchina. Unitele al porro quando sarà morbido, e fatele saltare a fiamma viva per qualche minuto, in modo da cuocere le verdure mantenendole però ancora croccanti. Pulite i fiori di zucchina eliminando la base e il pistillo, e puliteli con un panno umido. Tagliateli a listarelle e uniteli alle verdure gli ultimi 30 secondi di cottura.

Condiamo la pasta

Lavate bene lo zenzero e grattugiatelo con una grattugia a fori piccoli. Raccogliete lo zenzero con una mano e strizzatelo in una ciotolina per raccoglierne il succo: avrete bisogno di circa 4 cucchiai. Condite la pasta con le verdure saltate, il succo del limone, lo zenzero e i semi di papavero e servite fredda o a temperatura ambiente.

Conservazione

Potete conservare questa pasta per 2-3 giorni in frigorifero in un contenitore per alimenti.

Regala una gift card Amazon

Consiglio per i vegolosi: Se li gradite staranno benissimo in questa pasta anche dei pomodorini tagliati in quarti.

Print Friendly
Mostra commenti (0)