Minestra di cavolo nero e legumi misti

Una minestra che sposa il cavolo nero a un misto di ceci, soia e piselli ed è completata da patate e pasta integrale

Minestra di cavolo nero e legumi misti
Stampa

Minestra di cavolo nero e misto di legumi

Questa minestra di cavolo nero e misto di legumi è un toccasana nelle fredde serate d’inverno per scaldarsi e recuperare le energie in modo equilibrato. Il cavolo nero è infatti accompagnato oltre che da ceci, soia e piselli, anche da patate e pasta piccola integrale, che rendono questa minestra un fantastico piatto unico.

    Autore: Sonia Maccagnola
    Prep.: 10 min
    Cottura: 25 min
    Tempo tot.: 35 min
    Dosi per: 6 persone

Ingredienti

Si cucina!

Iniziamo dal soffritto

Tritate finemente lo spicchio di aglio e le foglie di salvia e soffriggete il tutto in una pentola con un po’ di olio extravergine d’oliva per 1-2 minuti. Tagliate le cipolle a dadini, unitele al soffritto insieme a un pizzico di sale e fate cuocere 5 minuti fino a che si saranno ammorbidite. Unite quindi le patate sbucciate e tagliate a cubetti abbastanza piccoli e fate insaporire un paio di minuti.

Completiamo la minestra

Versate in pentola i ceci e la soia, e saltate il tutto qualche minuto condendo con sale e e pepe. Lavate ed eliminate la costa centrale dura del cavolo nero, poi tagliatelo a pezzettoni e aggiungetelo al resto degli ingredienti in cottura. Coprite le verdure con brodo vegetale caldo e fate cuocere 10 minuti. Unite infine anche la pastina integrale e i piselli e cuocete per il tempo indicato sulla confezione, facendo attenzione che la minestra non si asciughi troppo (in caso aggiungete altro brodo bollente). Servite subito ben calda.

Conservazione

Vi consigliamo di consumare al momento questa minestra perché lasciando la pasta nel brodo bollente e scaldandola una seconda volta rischierà di scuocere. In caso di avanzi però potete conservarli in frigorifero in un contenitore per alimenti per un paio di giorni.

Consiglio per i vegolosi: Se non gradite la pasta potete tranquillamente ometterla, la zuppa sarà lo stesso sostanziosa e saporita.

Print Friendly

Le altre ricette video

0
Mostra commenti (0)