Minestra di cavolo nero e legumi misti

Una minestra che sposa il cavolo nero a un misto di ceci, soia e piselli ed è completata da patate e pasta integrale

Minestra di cavolo nero e legumi misti
Stampa

Minestra di cavolo nero e misto di legumi

Questa minestra di cavolo nero e misto di legumi è un toccasana nelle fredde serate d’inverno per scaldarsi e recuperare le energie in modo equilibrato. Il cavolo nero è infatti accompagnato oltre che da ceci, soia e piselli, anche da patate e pasta piccola integrale, che rendono questa minestra un fantastico piatto unico.

    Autore: Sonia Maccagnola
    Prep.: 10 min
    Cottura: 25 min
    Tempo tot.: 35 min
    Dosi per: 6 persone

Ingredienti

Si cucina!

Iniziamo dal soffritto

Tritate finemente lo spicchio di aglio e le foglie di salvia e soffriggete il tutto in una pentola con un po’ di olio extravergine d’oliva per 1-2 minuti. Tagliate le cipolle a dadini, unitele al soffritto insieme a un pizzico di sale e fate cuocere 5 minuti fino a che si saranno ammorbidite. Unite quindi le patate sbucciate e tagliate a cubetti abbastanza piccoli e fate insaporire un paio di minuti.

Completiamo la minestra

Versate in pentola i ceci e la soia, e saltate il tutto qualche minuto condendo con sale e e pepe. Lavate ed eliminate la costa centrale dura del cavolo nero, poi tagliatelo a pezzettoni e aggiungetelo al resto degli ingredienti in cottura. Coprite le verdure con brodo vegetale caldo e fate cuocere 10 minuti. Unite infine anche la pastina integrale e i piselli e cuocete per il tempo indicato sulla confezione, facendo attenzione che la minestra non si asciughi troppo (in caso aggiungete altro brodo bollente). Servite subito ben calda.

Iscriviti alla newsletter e ricevi subito l'ebook gratis

Quattro ricette MAI pubblicate sul sito che potrai scaricare immediatamente. Puoi scegliere di ricevere una ricetta al giorno o una newsletter a settimana con il meglio di Vegolosi.it.  Iscriviti da qui.

Conservazione

Vi consigliamo di consumare al momento questa minestra perché lasciando la pasta nel brodo bollente e scaldandola una seconda volta rischierà di scuocere. In caso di avanzi però potete conservarli in frigorifero in un contenitore per alimenti per un paio di giorni.

Consiglio per i vegolosi: Se non gradite la pasta potete tranquillamente ometterla, la zuppa sarà lo stesso sostanziosa e saporita.

Insieme

Abbonarsi a Vegolosi MAG, la nostra rivista mensile digitale, ti permetterà di goderti ricette inedite, contenuti giornalistici di alta qualità e al tempo stesso sostenere Vegolosi.it e il lavoro facciamo ogni giorno per permettere a sempre più persone di acquisire maggiore consapevolezzaSe vuoi, puoi farlo da qui.

***

Non ora ma ricordamelo!

Inserisci il tuo indirizzo di posta elettronica qui sotto e ti invieremo un massimo di due email, nei prossimi 30 giorni.

Print Friendly

Le altre ricette video

0