Ciambellone vegano alle mele, albicocche secche e pinoli

Una ciambella piena di frutta e ricca di naturale dolcezza, perfetta per una colazione golosa da condividere con tutta la famiglia

Stampa

Ciambellone vegano alle mele, albicocche secche e pinoli

Il ciambellone vegano alle mele, albicocche secche e pinoli è un dolce perfetto per colazione, accompagnato magari da una bella tazza di latte vegetale oppure da un té. Una torta morbida, ricca di frutta e golosa per iniziare la giornata con il giusto sprint.

    Autore: Sonia Maccagnola
    Prep.: 10 min
    Cottura: 40 min
    Tempo tot.: 50 min
    Dosi per: 8 persone

Ingredienti

Strumenti

Si cucina!

Iniziate mescolando in una ciotola la farina 0, la farina di farro integrale, lo zucchero di canna, il lievito, la scorza di limone, la vaniglia e il sale. Su un tagliere tagliate a dadini le albicocche secche e aggiungetele agli ingredienti secchi insieme a metà dei pinoli, incorporandoli bene. Unite anche il latte vegetale e l’olio di semi di girasole e amalgamate il tutto, aggiungendo in ultimo anche le mele tagliate a cubetti.

Cuociamo il ciambellone

Foderate lo stampo con carta forno o ungetelo leggermente, versatevi l’impasto e completate cospargendo la superficie con i pinoli restanti. Infornate in forno statico a 180°C per 40 minuti, sfornate e lasciate raffreddare completamente il vostro dolce prima di rimuoverlo dallo stampo.

Conservazione

Potete conservare questo ciambellone 2-3 giorni su un piatto coperto da un telo pulito o sotto una campana di vetro per dolci

Consiglio per i vegolosi: Oltre ai pinoli usate pure delle nocciole o delle noci nell'impasto di questo ciambellone.

Insieme

Con il 2021 ci piacerebbe continuare a produrre contenuti, informazione di alta qualità, ricette meravigliose e permettere a sempre più persone di acquisire maggiore consapevolezza su questi temi: possiamo farlo insieme, se vuoi.
Abbonandoti a Vegolosi MAG, la nostra rivista mensile digitale, potrai goderti ricette inedite e contenuti giornalistici di alta qualità e al tempo stesso sostenere Vegolosi.it. Iniziamo da qui.

Print Friendly
0