Torta vegana senza glutine con quinoa e cioccolato – Video ricetta

Morbida e ricchissima di cioccolato fondente, questa torta è realizzata senza farine, al loro posto ecco la quinoa, pseudo cereale privo di glutine che garantisce una consistenza fondente e golosa.

Stampa

Torta di quinoa al cioccolato fondente – Video ricetta

Questa torta di quinoa al cioccolato fondente è un dolce completamente vegano e senza glutine, morbido e goloso che farà innamorare chiunque adori il cioccolato. Nella consistenza e nel sapore ricorda la torta nera paesana, ma la differenza la fa proprio la quinoa, che le dona un tocco originale.

    Autore: Sonia Maccagnola
    Prep.: 15 min
    Cottura: 60 min
    Tempo tot.: 1 ora 15 min
    Dosi per: 8 persone

Si cucina!

Come prima cosa sciacquate bene la quinoa in un colino a maglie fitte sotto l’acqua corrente, poi versatela in una pentola insieme all’acqua e ad un pizzico di sale, accendete la fiamma e una volta raggiunto il bollore coprite con un coperchio e abbassate il fuoco al minimo. Lasciate cuocere per 15 minuti fino a quando l’acqua non sarà completamente assorbita, poi spegnete la fiamma e lasciate riposare per almeno una decina di minuti.

Prepariamo l’impasto

In una ciotola resistente al calore sciogliete il cioccolato fondente a bagnomaria, e a parte setacciate il cacao, l’amido e il lievito in una ciotola, aggiungendo poi anche lo zucchero e un pizzico di sale. Sciogliete il caffè solubile nel latte di soia e versatelo a filo sugli ingredienti secchi in modo da scioglierli bene. Unite infine anche la quinoa cotta e sgranata con una forchetta, il cioccolato fuso e l’olio e amalgamate bene il tutto.

Inforniamo

Versate l’impasto in una tortiera foderata di carta forno e infornate in forno statico a 180°C per 45-50 minuti. Togliete la vostra torta dal forno (sarà ancora un pochino morbida) e lasciatela raffreddare completamente prima di servirla a fette.

Conservazione

Potete conservare questa torta 3 giorni su un piatto coperta da un telo pulito.

Consiglio per i vegolosi: Se li gradite potete aggiungere sulla superficie dell'impasto ancora da cuocere dei pinoli o della granella di nocciole.

Print Friendly
0
Mostra commenti (0)