Involtini primavera con salsa agrodolce fatta in casa

Gli involtini primavera sono un grande classico della cucina cinese. Si tratta di croccante pasta fritta ripiena di verdure, servita generalmente con una salsa agrodolce, di cui vi sveliamo qui i semplici passaggi per realizzarla in casa

Involtini primavera
Stampa

Involtini primavera con salsa agrodolce fatta in casa

    Autore: Sonia Maccagnola
    Prep.: 30 min
    Cottura: 30 min
    Tempo tot.: 1 ora
    Dosi per: 15 involtini primavera

Ingredienti

  • 15 fogli di pasta fillo, pasta per wonton o per involtini primavera (questi linkati sono vegan, altri potrebbero contenere albume d’uovo)
  • 1 cavolo cappuccio cuore di bue
  • 4 carote
  • 34 cipolle dorate
  • 3 cucchiai di salsa di soia
  • 2 cucchiai di aceto di riso
  • 1 cucchiaino di amido di mais
  • Olio per friggere

Per la salsa agrodolce:

  • 100 g di passata di pomodoro
  • 100 g di acqua
  • 1 cucchiaino di amido di mais
  • 30 g di aceto di mele
  • 30 g di zucchero di canna
  • 1 pizzico di paprika
  • 1 pizzico di sale

Si cucina!

Iniziate affettando sottilmente le cipolle e il cavolo cappuccio, poi tagliate a rondelle trasversali le carote e riducetele a bastoncini. Scaldate in un wok o in una padella antiaderente un goccio di olio di semi e cuocete le cipolle per 5 minuti, poi aggiungete anche le carote e il cavolo cappuccio, salate e proseguite la cottura per altri 15 minuti, fino a che le verdure saranno morbide e asciutte. Sfumate in ultimo con la salsa di soia e l’aceto di riso e spegnete la fiamma, trasferendo le verdure in una ciotola a raffreddare completamente.

Prepariamo la salsa agrodolce

Per la salsa agrodolce stemperate l’amido di mais in un pentolino con un goccio di acqua, poi versate a filo il resto dell’acqua e unite la passata di pomodoro, lo zucchero di canna, l’aceto di mele, la paprika e il sale e portate il tutto a bollore. Lasciate cuocere a fiamma bassa per 3-4 minuti, mescolando continuamente per evitare che il fondo attacchi, poi trasferite la salsa in una ciotola e lasciatela raffreddare completamente.

Formiamo gli involtini primavera

Se usate la pasta fillo ricavate dei quadrati di circa 22 cm per lato, posizionatene uno su un tagliere con un vertice verso di voi e disponete un paio di cucchiaiate di verdure nella metà inferiore del foglio di pasta fillo. Arrotolate la pasta fillo in modo da formare un cilindro fino ad arrivare a metà, poi ripiegate all’interno i due lati e finite di avvolgere il vostro involtino, inumidendo i bordi della pasta fillo con l’amido di mais disciolto in un paio di cucchiai di acqua, per sigillarli bene.

Friggiamo

Disponete man mano i vostri involtini su un piatto coperto di carta forno e proseguite fino a esaurimento degli ingredienti. Friggete quindi gli involtini primavera in abbondante olio bollente fino a quando saranno dorati, prelevateli con una schiumarola, disponendoli su un piatto coperto di carta assorbente da cucina a perdere l’olio in eccesso, e serviteli immediatamente accompagnati dalla salsa agrodolce fatta da voi.

Cottura in forno

Se volete realizzare una versione più light di queste delizie, vi basterà procedere con la cottura in forno. Adagiate gli involtini su una teglia coperta con un tappetino in silicone (o su della carta forno), spennellateli leggermente con dell’olio di girasole o di mais (quello di oliva ha un sapore molto aromatico che poso si sposa con il sapore degli involtini) e procedete cuocendo in forno statico preriscaldato a 180°C per circa 20 minuti, fino a quando non saranno ben dorati.

——-

Perché gli involtini primavera potrebbero non essere vegani quando li consumati nei ristoranti.

Anche se all’apparenza questo piatto che comunemente si trova nei ristoranti cinesi è vegano, può nascondere ingredienti di origine animale.

  • La pasta per wonton, che può essere usata per creare questa ricetta, può contenere albume d’uovo (al contrario della pasta fillo o della carta di riso).
  • In alcune paste pronte per involtini vendute nei negozi (spring rolls pastry) è presente il caseinato di calcio, proteina prodotta dalla caseina del latte scremato.
  • In alcuni involtini primavera che si acquistano surgelati già pronti viene utilizzata la salsa d’ostrica, un insaporitore simile alla salsa di soia. Questa salsa però si trova, in alcuni negozi, anche in versione veg realizzata partendo dai funghi al posto delle ostriche al fine di riprodurre il risultato umami tipico di questi condimenti.

Quindi ponete attenzione a questi punti ma sbizzarritevi con questa ricetta se li volete ricreare in casa: sono assolutamente perfetti!

Iscriviti alla newsletter e ricevi subito l'ebook gratis

Quattro ricette MAI pubblicate sul sito che potrai scaricare immediatamente. Puoi scegliere di ricevere una ricetta al giorno o una newsletter a settimana con il meglio di Vegolosi.it.  Iscriviti da qui.

Conservazione

Potete conservare la salsa agrodolce per un paio di settimane in frigorifero, mentre vi consigliamo di consumare gli involtini primavera appena fritti, in modo da gustarli belli croccanti.

Consiglio per i vegolosi: Per arricchire questi involtini primavera potete aggiungere anche dei germogli di soia alle verdure del ripieno.

Potrai imparare a realizzare in chiave vegana 5 ricette dal mondo che ci accompagneranno in un tour dedicato alla scoperta delle tradizioni e delle innovazioni della cucina di Africa, Sud America, Korea, Nuova Zelanda e Turchia: sarà pazzesco!

 Guarda il menu e iscriviti cliccando qui  

Print Friendly

Le altre ricette video

0