Gnocchi di zucca con granella di mandorle e salvia fritta

Questa ricetta è nata pensando ai tortelli di zucca e agli gnocchi di zucca e ho creato così questo piatto

gnocchi di zucca
Stampa

Gnocchi di zucca con granella di mandorle tostate e salvia fritta, su due besciamelle leggere aromatizzate alla cannella e zafferano

Questa ricetta è nata pensando ai tortelli di zucca e agli gnocchi di zucca e ho creato così questo piatto. La zucca è un ortaggio preziosissimo per la salute, quindi non vi resta che provare tutte le mie ricette dove l’ho utilizzato come ingrediente.

    Autore: Simona Deidda
    Prep.: 60 min
    Cottura: 30 min
    Tempo tot.: 1 ora 30 min
    Dosi per: 4 persone

Si cucina!

Mondate e tagliate la zucca a cubetti. Mettetela polpa poi su una placca da forno rivestita con un foglio di carta da forno, cuocendola a 180° per circa 20 minuti. Lasciate raffreddare la polpa, quindi frullatela con un frullatore a immersione.

Mettetela quindi in una boule di vetro insieme alla farina setacciata e un pizzico di sale. Lavorate l’impasto, mettete su una spianatoia o su un tagliere di legno un po’ di farina di semola di grano duro e trasferitevi l’impasto. Formate dei cilindri che andrete a tagliare con un coltello a lama liscia, ottenendo dei piccoli gnocchi di 2 cm circa.

Mettete una pentola con dell’acqua a bollire. Nel frattempo prendete due piccoli pentolini, versate in tutte e due 2 cucchiaini d’olio e mezzo cucchiaio di farina 00, con una frusta girate facendo tostare leggermente la farina, versate un piccolo mestolo di brodo vegetale caldo e continuate a girare finché non avrete ottenuto una besciamella densa. In un pentolino aggiungete lo zafferano e continuate a mescolare.

Prendete ora una padella antiaderente e versate pochissimo olio, il porro mondato e tagliato a julienne precedentemente e fatelo saltare qualche minuto poi spegnete.

Nel frattempo aggiungete il sale grosso nell’acqua e buttate gli gnocchi. Quando verranno a galla toglieteli con una schiumarola e versateli nella padella con il porro facendoli saltare qualche minuto con un piccolo mestolo di acqua di cottura.

In un’altra padella versate un filo d’olio e fate tostare la granella di mandorle. Mettete in un pentolino dell’olio di girasole o di mais e quando sarà ben caldo friggete le foglioline di salvia precedentemente mondate e asciugate. Tenetele da parte. Serviranno per decorare il piatto.

Prendete ora un piatto da portata e disponete al centro i vostri gnocchi saltati con il porro, la granella di mandorle tostate sopra e le foglioline di salvia fritta, attorno  delle gocce di besciamella allo zafferano e in quella bianca una spolverizzata di cannella. Questo è un piatto che potete fare se volete stupire i vostri ospiti, o il vostro fidanzato o i vostri cari; se non avete tempo potete condirli semplicemente con un filo d’olio e salvia.

Conservazione

Gli gnocchi, se non sono stati cotti, possono essere conservati in frigo per 3 giorni.

Print Friendly
0
Mostra commenti (0)