Torta semifreddo vegan alle pesche

Ecco un dolce estremamente fresco, dalla texture leggera e perfetto per terminare un pranzo estivo in modo davvero goloso ma senza accendere il forno.

Stampa

Torta semifreddo vegan alle pesche

    Autore: Sonia Maccagnola
    Prep.: 25 min
    Cottura: 5 min
    Tempo tot.: 30 min
    Dosi per: 6-8 persone

Ingredienti

  • 180 g di biscotti secchi vegani
  • 120 g di burro di soia
  • 200 ml di panna di soia da montare
  • 80 g di aquafaba
  • 125 ml di yogurt vegetale alla pesca
  • 2 cucchiai di crema di mandorle
  • 1 pesca
  • 1 cucchiaio di zucchero a velo
  • Granella di mandorle

Strumenti

Si cucina!

Iniziate frullando nel tritatutto i biscotti secchi fino a ridurli in farina e in un pentolino sciogliete il burro di soia. Unite quindi il burro sciolto ai biscotti e mescolate bene: dovrete ottenere un composto che ricordi la sabbia bagnata. Foderate il fondo e i bordi della tortiera con carta forno e versatevi il mix di biscotti e burro di soia, pressandolo bene in uno strato compatto e uniforme. Riponete la tortiera in frigorifero a far solidificare la base intanto che vi occupate della crema.

Occupiamoci della crema

Pelate come prima cosa la pesca, tagliatela a cubetti e frullatela nel tritatutto fino a ottenere una purea liscia. In una prima ciotola montate con le fruste elettriche la panna di soia fredda di frigorifero e, una volta che sarà ben montata, unite lo yogurt alle pesche e la crema di mandorla. Riponete in frigorifero.

Montiamo l’aquafaba

In una seconda ciotola montate con le fruste elettriche l’aquafaba, anch’essa fredda di frigorifero, con un goccio di succo di limone. Quando sarà ben montata unite lo zucchero a velo e incorporatelo bene. Aggiungete a questo punto la purea di pesche alla panna montata e incorporatela molto delicatamente con una spatola facendo dei movimenti dal basso verso l’alto, poi allo stesso modo incorporate anche l’aquafaba montata, facendo attenzione a smontare il meno possibile il composto.

Serviamo

Versate la crema sulla base di biscotti ormai fredda, livellate bene la superficie e riponete il vostro semifreddo in freezer per qualche ora. Una volta che si sarà raffreddato potete servirlo tagliato a fette, avendo cura però di toglierlo dal freezer 5 minuti prima di servirlo, in modo da farlo ammorbidire leggermente.

Iscriviti alla newsletter e ricevi subito l'ebook gratis

Quattro ricette MAI pubblicate sul sito che potrai scaricare immediatamente. Puoi scegliere di ricevere una ricetta al giorno o una newsletter a settimana con il meglio di Vegolosi.it.  Iscriviti da qui.

Conservazione

Potete conservare questa torta semifreddo in freezer per un mese.

Consiglio per i vegolosi: Allo stesso modo potete preparare un semifreddo alle albicocche o ai frutti di bosco.

Insieme

Abbonarsi a Vegolosi MAG, la nostra rivista mensile digitale, ti permetterà di goderti ricette inedite, contenuti giornalistici di alta qualità e al tempo stesso sostenere Vegolosi.it e il lavoro facciamo ogni giorno per permettere a sempre più persone di acquisire maggiore consapevolezzaSe vuoi, puoi farlo da qui.

***

Non ora ma ricordamelo!

Inserisci il tuo indirizzo di posta elettronica qui sotto e ti invieremo un massimo di due email, nei prossimi 30 giorni.

Print Friendly

Le altre ricette video

0