Crema fritta vegana – Video ricetta

Dolce tipico di varie regioni del nostro paese (come Veneto, Marche, Emilia Romagna), la crema fritta è perfetta ad esempio ad una festa per bambini o nel periodo di Carnevale.

Stampa

Crema fritta vegana

La crema fritta vegana non è sicuramente un dolce light, ma quanto è buono!! Cubetti di crema pasticcera vegana alla vaniglia passati in una pastella di acqua e farina e poi nel pangrattato e fritti, una goduria anche solo a pensarci. La panatura croccante racchiude un cuore morbido e fondente, da gustare ancora tiepidi per apprezzarli al massimo.

    Autore: Sonia Maccagnola
    Prep.: 30 min (+1 notte di riposo)
    Cottura: 15 min
    Tempo tot.: 45 min
    Dosi per: 50 cubetti

Ingredienti

inoltre:

  • 100 g di farina 0
  • 150 g di acqua
  • Pangrattato
  • Olio per friggere
  • Zucchero a velo

Strumenti

Si cucina!

Versate in un pentolino l’amido di mais insieme alla vaniglia, alla curcuma e ad un pizzico di sale. Aggiungete un goccio di latte di soia e mescolate bene con un cucchiaio di legno in modo da dissolvere bene tutte le polveri. Versate poi a filo il resto del latte di soia, unite lo zucchero di canna, mettete sul fuoco e portate a bollore mescolando continuamente per evitare che la crema attacchi sul fondo del pentolino. Una volta raggiunto il bollore lasciate cuocere per 1-2 minuti poi spegnete la fiamma.

Lasciamo addensare la crema

Rivestite la teglia con un foglio di pellicola e versatevi la crema intanto che è ancora bollente. Stendetela in uno strato uniforme e lasciate raffreddare e solidificare almeno qualche ora (ancora meglio una notte intera), prima a temperatura ambiente, poi trasferendola in frigorifero.

Ricaviamo i cubetti di crema

Rovesciate la crema su un tagliere coperto di carta forno e tagliatela in quadratini larghi circa 1,5 cm. In una ciotola versate la farina insieme all’acqua e mescolate fino ad ottenere una pastella fluida. Passate i cubetti di crema pasticcera prima nella pastella, poi nel pangrattato e friggeteli pochi alla volta in abbondante olio caldo fino a quando risulteranno dorati. Scolateli con una schiumarola su un piatto coperto di carta forno in modo da fargli perdere l’olio in eccesso.

Serviamo

Lasciate intiepidite i vostri cubetti di crema fritta, poi decorateli con un po’ di zucchero a velo e serviteli.

Iscriviti alla newsletter e ricevi subito l'ebook gratis

Quattro ricette MAI pubblicate sul sito che potrai scaricare immediatamente. Puoi scegliere di ricevere una ricetta al giorno o una newsletter a settimana con il meglio di Vegolosi.it.  Iscriviti da qui.

Conservazione

Vi consigliamo vi consumare la crema pasticcera fritta entro breve dalla frittura in modo da gustarla croccante e fragrante. Potete comunque preparare la crema in anticipo e conservarla già stesa nella teglia in frigorifero per un paio di giorni.

Consiglio per i vegolosi: Per esaltare ulteriormente il sapore di questa crema aggiungete il succo di mezzo limone mentre è ancora sul fuoco.

Insieme

Abbonarsi a Vegolosi MAG, la nostra rivista mensile digitale, ti permetterà di goderti ricette inedite, contenuti giornalistici di alta qualità e al tempo stesso sostenere Vegolosi.it e il lavoro facciamo ogni giorno per permettere a sempre più persone di acquisire maggiore consapevolezzaSe vuoi, puoi farlo da qui.

***

Non ora ma ricordamelo!

Inserisci il tuo indirizzo di posta elettronica qui sotto e ti invieremo un massimo di due email, nei prossimi 30 giorni.

Print Friendly
0