Uva passa

Uvetta sultanina - ©Vegolosi.it


L’uva passa (o uvetta) è il risultato dell’essiccazione al sole di alcune varietà di uva dagli acini piccoli con buccia spessa e colore chiaro. La tipologia di vite più utilizzata per ottenere questo ingrediente è l’uva sultanina, da cui prende il nome un tipo di uva passa, molto dolce e priva di semi. Attualmente Turchia e Australia ne sono i maggiori produttori.

Dove acquistarla

L’uvetta è reperibile facilmente in qualsiasi supermercato, ipermercato, negozio di alimentazione biologica o di prodotti etnici. Il suo prezzo è solitamente contenuto e si aggira intorno a 1 euro per 100 grammi di prodotto.

Come usarla in cucina

L’uvetta trova diversi impieghi in cucina: oltre che nei dolci, può essere usata anche per preparare piatti salati sfiziosi e diversi dal solito. Tra questi, imperdibile la nostra pasta con cavolfiore e uvetta ma anche il bulghur con zucchine e uvetta e le polpette di seitan, uvetta e mandorle. Per un contorno originale, invece, vi suggeriamo di preparare delle zucchine trifolate con pinoli e uvetta: irresistibili! Veniamo ora ai dolci: sono tantissimi quelli che possiamo realizzare con l’uvetta, primo tra tutti il classico e intramontabile strudel di mele. Per dei dolci davvero imperdibili vi suggeriamo infine i nostri muffin vegani al succo di mela e uvetta, quelli alla zucca, rosmarino, uvetta e cioccolato oppure i biscotti con carote, uvetta e cannella.

Proprietà

L’uvetta è ricca di ferro, potassio, acido folico e fibre, inoltre è molto digeribile. È anche ricca di zuccheri (glucosio e fruttosio) ed è quindi un ottimo energizzante.

Curiosità

L’origine di questa lavorazione dell’uva è legata all’Oriente ed in particolare all’Impero Ottomano. Si narra in una leggenda che l’uva passa nacque perché un sultano lasciò l’uva esposta al sole mentre si difendeva dall’attacco di una tigre. Esistono anche altre varianti dell’uva passa, come l’uvetta di Zante e quella di Corinto.
Prima di utilizzare l’uvetta è buona regola favorire il processo di decristallizzazione degli zuccheri immergendola in acqua tiepida per circa 30 minuti, in modo da idratarla e renderla morbida (a seconda della ricetta l’uva passa può essere immersa in vari liquidi, anche alcolici).

Per i vegolosi che vogliono una sferzata di energia in pillole naturali e per chi ha l’intestino pigro.

Print Friendly

Le altre ricette video

0
Mostra commenti (0)