Risotto ai carciofi con pere, zenzero e zafferano

Risotto ai carciofi zafferano e zenzero

Ad un Natale speziato non posso non associare l’aroma pungente dello zenzero e quello “terroso” e più familiare dello zafferano. Sono due dei profumi che mi sono più cari. Lo zafferano, amico di sempre, dei risotti dell’ultimo momento, della tradizione della mia metà nordica. E poi lo zenzero, col suo sapore piccante e balsamico, che mai impari a conoscere fino in fondo.

Per questo Natale ho pensato di abbinare il risotto ad aromi che creano contrasti di sapore insoliti et voilà: un risotto ai carciofi con pere, zenzero e zafferano. Come verrà? Scoprilo con questa ricetta.

Ingredienti per 2 persone:

  • 160 g di riso carnaroli
  • 100 g carciofi
  • 10 g zenzero
  • 1/2 cucchiaino di zafferano
  • 10 g sciroppo d’agave
  • 1/2 pera williams
  • 1 scalogno
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • olio extravergine d’oliva
  • brodo vegetale
  • sale
  • 1 noce burro di soia o margarina

Preparazione:

Trita finemente lo scalogno e fallo appassire in un tegame con un filo d’olio.
Prima del riso, aggiungi lo zafferano e fallo tostare per far sì che sprigioni tutto il suo aroma. Poi tosta il riso per un paio di minuti e sfuma con il vino bianco.

Bagna con del brodo e aggiungi i carciofi già puliti e tagliati in piccoli spicchi. Aggiungi il sale e continua ad allungare con del brodo finchè il risotto ai carciofi non raggiungerà la perfetta cottura.

Nel frattempo prepara lo zenzero tritato a minuscoli dadini e le pere tagliate a carpaccio senza togliere la buccia.
A fine cottura, spegni il fuoco e manteca con del burro vegetale, aggiungi un cucchiaio di sciroppo d’agave, lo zenzero e dai una bella rimestata. Metti il coperchio e lascia riposare qualche minuto.

Servi il risotto ai carciofi accompagnato dal carpaccio di pera.
Buon appetito!

Consigli:

  • Pulisci molto bene i carciofi perchè non rimangano parti coriacee e tagliali a spicchi piuttosto piccoli.
  • Se non ami lo zenzero, puoi sostituirlo con della scorza di un agrume a piacere.
  • Se ti piace un risotto morbido, aggiusta con mezzo mestolino di brodo dopo la mantecatura, se ti sembra troppo asciutto.
  • Se il brodo è particolarmente saporito, potresti non aver bisogno di sale.
Print Friendly
0
Mostra commenti (0)