Taralli salati alle mandorle e pepe

Questi croccantissimi e fragranti taralli saranno fantastici serviti al vostro prossimo aperitivo, accompagnati magari da una selezione di formaggi e affettati vegetali, oppure saranno perfetti anche sgranocchiati da soli come snack

Stampa

Taralli salati alle mandorle e pepe

    Autore: Sonia Maccagnola
    Prep.: 35 min (+ 2 ore di lievitazione)
    Cottura: 60 min
    Tempo tot.: 1 ora 35 min
    Dosi per: 13 taralli

Ingredienti

  • 300 g di farina 0
  • 200 g di acqua (circa)
  • 1 cucchiaino di lievito di birra essiccato
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 180 g di mandorle
  • ½ cucchiaino di pepe
  • 10 g di sale
  • 1 cucchiaino di zucchero di canna grezzo

Strumenti

Si cucina!

Iniziate sciogliendo il lievito di birra e lo zucchero in 60 ml di acqua tiepida, mescolate bene e lasciate riposare per circa 10 minuti, fino a che si sarà formata una schiuma in superficie, segno che il lievito si è attivato. Nel frattempo tritate finemente le mandorle (tenendone da parte 40 per la decorazione finale) con il tritatutto.

Impastiamo!

Versate nell’impastatrice la farina 0, il sale, il pepe, le mandorle tritate e mescolate. Aggiungete il lievito sciolto in acqua, l’olio e quasi tutta l’acqua, iniziando a impastare. Aggiungete altra acqua poco alla volta se necessario, fino ad ottenere un impasto morbido ed elastico ma lavorabile e non appiccicoso.

Formiamo i taralli

Formate delle palline da 50 grammi ognuna, stendetele fino a formare un rotolo di almeno 40 centimetri di lunghezza e 5 millimetri di diametro, tagliateli a metà e arrotolateli per formare i taralli. Sigillate le estremità facendo una leggera pressione e disponete i taralli su una teglia foderata di carta da forno, ben distanziati tra loro.

Inforniamo

Decorate ogni tarallo con tre mandorle intere e lasciateli lievitare per 2 ore. Trascorso questo tempo, infornateli in forno statico preriscaldato a 200°C per 20 minuti, poi lasciateli raffreddare. Cuoceteli quindi una seconda volta a 170°C per 40 minuti per renderli belli croccanti, quindi lasciateli raffreddare del tutto prima di servire.

Iscriviti alla newsletter e ricevi subito l'ebook gratis

Quattro ricette MAI pubblicate sul sito che potrai scaricare immediatamente. Puoi scegliere di ricevere una ricetta al giorno o una newsletter a settimana con il meglio di Vegolosi.it.  Iscriviti da qui.

Conservazione

Potete conservare questi taralli un paio di settimane in una scatola di latta o in un contenitore per alimenti fornito di coperchio.

Consiglio per i vegolosi: Se lo gradite sostituite mezzo bicchiere di acqua con del vino bianco per dei taralli ancora più gustosi.

Insieme

Abbonarsi a Vegolosi MAG, la nostra rivista mensile digitale, ti permetterà di goderti ricette inedite, contenuti giornalistici di alta qualità e al tempo stesso sostenere Vegolosi.it e il lavoro facciamo ogni giorno per permettere a sempre più persone di acquisire maggiore consapevolezzaSe vuoi, puoi farlo da qui.

***

Non ora ma ricordamelo!

Inserisci il tuo indirizzo di posta elettronica qui sotto e ti invieremo un massimo di due email, nei prossimi 30 giorni.

Print Friendly

Le altre ricette video

0