Pancake vegani ai fiori di sambuco

I fiori di sambuco sono dei fiori profumatissimi, tipici dei mesi di maggio e giugno, molto versatili in cucina. Vi proponiamo qui un uso semplice ma delizioso all’interno di morbidi pancake dolci per la colazione

Pancake ai fiori di sambuco
Stampa

Pancake vegani ai fiori di sambuco

    Autore: Sonia Maccagnola
    Prep.: 10 min
    Cottura: 15 min
    Tempo tot.: 25 min
    Dosi per: 12 pancake piccoli

Ingredienti

Si cucina!

In una ciotola versate la farina, lo zucchero di canna e il lievito e mescolate bene. Aggiungete quindi il latte di soia e l’olio di semi di girasole e amalgamate il tutto fino ad ottenere una pastella liscia e non troppo liquida.

Puliamo i fiori di sambuco

Staccate tutti i fiorellini di sambuco dagli steli e sciacquateli sotto l’acqua corrente all’interno di un colino a maglie fitte, quindi uniteli all’impasto dei pancake e incorporateli delicatamente.

*Nel caso in cui abbiate aggiunto i fiori secchi lasciate riposare la pastella ottenuta una mezz’ora, così da farli ammorbidire e far insaporire bene l’impasto.

Cuociamo i pancake

Scaldate una padella antiaderente e quando sarà ben calda versate un goccio di olio di semi, eliminate quello in eccesso con un pezzo di carta da cucina assorbente e versate un paio di cucchiai di impasto per ogni pancake (se li preferite piccoli, altrimenti un mestolo di impasto alla volta per dei pancake grandi). Cuoceteli per qualche minuto a fiamma media e quando inizieranno a formarsi dei buchi sulla superficie girateli con l’aiuto di una spatola e cuocete l’altro lato qualche minuto ancora. Serviteli ancora caldi con sciroppo d’acero a piacere.

Conservazione

Potete conservare questi pancake 2-3 giorni in frigorifero in un contenitore per alimenti.

Consiglio per i vegolosi: Potete aromatizzare questi pancake con un po' di scorza di limone.

Print Friendly

Le altre ricette video

0
Mostra commenti (0)