Marmellata di prugne senza zucchero

Preparata senza zuccheri aggiunti, ma solo con prugne, mele e succo di limone, questa confettura racchiude tutta la naturale dolcezza di questi golosi frutti estivi. Da provare!

Stampa

Marmellata di prugne senza zucchero

Una marmellata dolcissima, nonostante l’assenza di zuccheri aggiunti, per gustare a colazione e merenda tutto il gusto di uno dei frutti più buoni dell’estate, le prugne, anche quando la bella stagione sarà passata.

    Autore: Vegolosi
    Prep.: 20 min
    Cottura: 60 min
    Tempo tot.: 1 ora 20 min

Ingredienti

Strumenti

Si cucina!

Lavate bene le prugne, rimuovete il nocciolo centrale e pesate 500 g di polpa. Poi, tagliatele a dadini piccoli.

Prepariamo la mela

Tagliate la mela in 4 spicchi, rimuovete il torsolo (ma non la buccia!) e tagliatela a dadini. Trasferiteli nel tritatutto insieme al limone e frullate fino a ottenere una purea il più liscia possibile.

Cuociamo la marmellata

Versate le prugne e le mele frullate in una pentola insieme al succo di limone, accendete la fiamma e portate il tutto a bollore. A questo punto coprite con un coperchio e cuocete per circa un’ora, mescolando di tanto in tanto, fino a quando la frutta sarà bella morbida e si sarà asciugata.

Trasferiamo nei vasetti

Trasferite la marmellata ancora bollente in vasetti di vetro precedentemente sterilizzati in forno o in acqua bollente, chiudeteli bene e appoggiate il vostro vasetto a testa in giù su un tavolo, lasciandolo in quella posizione fino a quando si sarà raffreddato completamente e si sarà formato il sottovuoto. A questo punto, potete conservare la vostra marmellata in dispensa o gustarla su una bella fetta di pane.

Un consiglio goloso? Usate questa confettura per preparare questo golosissimi biscotti vegani ripieni di marmellata di prugne, rustici e morbidissimi.

Iscriviti alla newsletter e ricevi subito l'ebook gratis

Quattro ricette MAI pubblicate sul sito che potrai scaricare immediatamente. Puoi scegliere di ricevere una ricetta al giorno o una newsletter a settimana con il meglio di Vegolosi.it.  Iscriviti da qui.

Conservazione

Potete conservare questa marmellata, se opportunamente travasata in vasetti di vetro sterilizzati e lasciati raffreddare a testa in giù per formare il vuoto, fino a 6 mesi. Una volta aperta potete conservarla in frigorifero una settimana.

Insieme

Abbonarsi a Vegolosi MAG, la nostra rivista mensile digitale, ti permetterà di goderti ricette inedite, contenuti giornalistici di alta qualità e al tempo stesso sostenere Vegolosi.it e il lavoro facciamo ogni giorno per permettere a sempre più persone di acquisire maggiore consapevolezzaSe vuoi, puoi farlo da qui.

***

Non ora ma ricordamelo!

Inserisci il tuo indirizzo di posta elettronica qui sotto e ti invieremo un massimo di due email, nei prossimi 30 giorni.

Print Friendly
0