Frittelle di mele vegan

Morbide, dolci, gustate ancora tiepide sono una delizia da concedersi almeno una volta l’anno: si festeggia!

frittelle di mele
Stampa

Frittelle di mele vegan

Le frittelle di mele vegan sono un grande classico del Carnevale: morbide, dolci, gustate ancora tiepide, sono una delizia che una volta all’anno ci si può assolutamente concedere. Le mele vengono tagliate a fettine e ricoperte di una pastella leggera, e una volta fritte sono pronte per essere gustate. Se poi volete renderle ancora più golose, cospargetele con dello zucchero di canna integrale e cannella per aggiungere un ulteriore tocco dolce e speziato.

    Autore: Sonia Maccagnola
    Prep.: 15 min
    Cottura: 15 min
    Tempo tot.: 30 min
    Dosi per: 20 frittelle

Ingredienti

Strumenti

Si cucina!

Prepariamo la pastella

In una ciotola versate la farina integrale, lo zucchero, il lievito, il pizzico di sale e la scorza del limone. Mescolate con un cucchiaio di legno, poi unite il succo di mela e il latte di soia. Amalgamate bene il tutto fino ad ottenere una pastella densa. Coprite la ciotola con la pellicola e lasciate riposare la pastella in frigorifero per minimo un’ora.

Ora procediamo con le frittelle di mele vegan

Sbucciate le mele, rimuovete il picciolo e tagliatele a dischi. Con l’aiuto di un coltello a punta rimuovete da ogni disco il torsolo centrale, in modo da ottenere una sorta di ciambellina di mela. Mettete a scaldare l’olio di arachidi in una padella dai bordi alti adatta alla frittura. Per verificare che l’olio abbia raggiunto la temperatura giusta per friggere versate mezzo cucchiaino di pastella nell’olio: dovrà risalire dal fondo della pentola alla superficie entro pochi secondi e friggere dolcemente. A questo punto passate un paio di ciambelline di mela nell’impasto, fate colare la pastella in eccesso e introducetele con cautela nell’olio bollente. Lasciatele friggere qualche minuto girandole ogni tanto con un ragno per frittura in modo che dorino uniformemente. Quando saranno gonfie e dorate scolatele su un vassoio coperto di carta assorbente. Procedete in questo modo fino ad esaurimento degli ingredienti.

Tocco finale e assaggio

Se gradite potete cospargere la superficie delle frittelle ancora calde con un po’ di zucchero di canna integrale e cannella. Vi consigliamo di consumare queste frittelle appena fatte, quando sono ancora calde o tiepide.

Conservazione

Queste frittelle si conservano per 1-2 giorni in un contenitore fornito di coperchio, avendo cura di metterle via solo quando si sono completamente raffreddate. Al momento del consumo suggeriamo di scaldarle in forno statico a 120°C per qualche minuto, o in alternativa in una padella antiaderente senza aggiungere nessun tipo di condimento. Sconsigliamo il congelamento.

Consiglio per i vegolosi: Se gradite, prima di passarle nella pastella, potete marinare le fettine di mela in un po' di rum o marsala

Print Friendly

Le altre ricette video

0
Mostra commenti (0)