Ramen vegano di miso con funghi shiitake e alga wakame

Ramen veganoIl ramen vegano e’ la variante del classico ramen giapponese, di cui esistono già svariate versioni a base di pesce o di carne. Noi lo prepareremo con gli ingredienti vegetali tipici della tradizione giapponese, come il Pak choi, i funghi shiitake e il miso che darà un sapore inconfondibile alla nostra zuppa.

Ingredienti per 4 persone:

Per il brodo

1 costa di sedano
1 carota
1 porro
1 cavolo cinese (pak choy)
30 g di shoyu (salsa di soia)
2 cucchiaini di pasta di miso
3,5 lt di acqua
sale q.b.

Per il condimento:

2 cipollotti freschi
250 g di noodles cinesi
12 funghi shiitake essiccati
30 g di alga wakame
1 cucchiaio di olio di semi di sesamo

Preparazione:

Per prima cosa occupiamoci del brodo, mettendo a bollire 3,5 lt di acqua con una carota, un porro, una costa di sedano, un cavolo pak choy tagliato in 4 nel senso della lunghezza e 30 g di salsa di soia, regolando poi di sale. Lasciamo bollire e insaporire per circa un’ora, ricordandoci di togliere e mettere da parte a raffreddare il cavolo cinese dopo 10 minuti di bollitura. Torneremo poi ad arricchire il brodo durante la preparazione del condimento del nostro ramen.

Mettiamo in ammollo in una ciotola di acqua calda i funghi shiitake interi per circa 5 ore, avendo cura che siano sommersi dall’acqua e che l’acqua di ammollo venga poi tenuta da parte. In un’altra ciotola, mettiamo in ammollo l’alga wakame per 10 minuti in acqua fredda.

Prepariamo una padella dove andremo a scaldare un cucchiaio di olio di semi di sesamo con due cipollotti tagliati a rondelle fini, l’alga wakame scolata e strizzata ed i funghi shiitake interi. La parte verde dei cipollati non deve essere gettata, ma deve essere tenuta da parte per la guarnizione finale del piatto. Quindi, lasciamo soffriggere i cipollotti, l’alga e i funghi per circa 5 minuti e, a cottura ultimata, mettiamoli da parte, separatamente.

Nella fase finale di cottura del brodo, quando mancheranno circa 10 minuti, aggiungiamo l’acqua di ammollo dei funghi e i funghi stessi che andranno ad insaporire il brodo e ad ammorbidirsi ulteriormente. A cottura ultimata spegnete il brodo e lasciate insaporire. Preleviamo due o tre mestoli di brodo e mettiamoli in una ciotola. Non appena questa piccola parte di brodo si sarà raffreddata, andiamo a stemperare con una forchetta o una frusta due abbondanti cucchiaini di miso e uniamo poi il tutto al brodo una volta che non sarà più estremamente caldo.

In una pentola a parte andiamo a cuocere i noodles cinesi in abbondante acqua salata. In genere non devono bollire per più di tre minuti, in ogni caso affidatevi ai tempi di cottura indicati nella loro confezione. Una volta pronti i noodles, possiamo andare a comporre il nostro ramen vegano.

Composizione del piatto:

Servire in una ciotola di media grandezza di legno o di porcellana, disponendo nel fondo un nido di noodles, che avremo scolato come dei normali spaghetti, aggiungiamo poi il brodo, avendo cura che non vi siano parti solide (se necessario usiamo un colino) e, una volta sommersi i noodles, sistemiamo sui diversi lati di ogni ciotola un quarto di cavolo pak choy lessato nel brodo, tre funghi shiitake, un piccolo nido di alga wakame e cospargiamo il tutto con il cipollotto soffritto.

Serviamo il nostro ramen vegano con delle bacchette giapponesi e un cucchiaio di porcellana per gustarne il brodo: buon appetito!

Consiglio per i vegolosi: Il miso lo si può' reperire nei negozi di prodotti naturali. Nel caso in cui si faccia fatica a trovarlo, lo si può semplicemente sostituire con una quantità maggiore di shoyu (salsa di soia)

Print Friendly
0
Mostra commenti (0)