Kinpira di radici

Un metodo di cottura orientale, tipico della cucina macrobiotica, e fai il pieno di energia

DSC02677-001

La kinpira è un metodo di cottura utilizzato in Giappone e nella cucina macrobiotica, principalmente indicato per le verdure a radice. Conferisce molta energia al piatto ed è molto utile consumarlo durante l’inverno o negli stati di convalescenza.

Ingredienti

2 carote
1/2 tazza di bardana secca (da reidratare)
olio di sesamo
shoyu
gomasio (facoltativo)

Preparazione

Scaldate 1 cucchiaio di olio di sesamo in una padella larga e bassa, fateci saltare velocemente le carote tagliate a fiammifero e la bardana reidratata a fuoco vivo per qualche minuto.

Abbassate il fuoco al minimo, coprite di acqua appena sopra al livello delle verdure e cuocete lentamente per circa 30 minuti, infine aggiungete qualche cucchiaio di shoyu e fate assorbire l’acqua rimanente.

Spegnete e servite, se volete con un pizzico di gomasio. Nella mia preparazione ho aggiunto anche un poco di catalogna, appena scottata, ma è possibile aggiungere altre radici come daikon, rape, pastinaca, rapanelli.

 

Insieme

Abbonarsi a Vegolosi MAG, la nostra rivista mensile digitale, ti permetterà di goderti ricette inedite, contenuti giornalistici di alta qualità e al tempo stesso sostenere Vegolosi.it e il lavoro facciamo ogni giorno per permettere a sempre più persone di acquisire maggiore consapevolezzaSe vuoi, puoi farlo da qui.

***

Non ora ma ricordamelo!

Inserisci il tuo indirizzo di posta elettronica qui sotto e ti invieremo un massimo di due email, nei prossimi 30 giorni.

Print Friendly
0