Insalata di quinoa, barbabietole, edamame e spinacini

Un’insalata estiva, colorata, saporita e ricca, perfetta per un pranzo veloce al lavoro o per una giornata di relax

Stampa

Insalata di quinoa, barbabietole, edamame e spinacini

L’insalata di quinoa, barbabietole, edamame e spinacini è un piatto unico leggero e colorato, ricco di gusto e di sapore, ideale come pranzo al sacco da portarsi in ufficio o per una gita fuori porta. Leggermente aromatizzata al rosmarino e limone, risulta fresca e piacevole da gustare sia fredda che calda.

    Autore: Sonia Maccagnola
    Prep.: 10 min
    Cottura: 20 min
    Tempo tot.: 30 min
    Dosi per: 4 persone

Si cucina!

Per prima cosa sciacquate bene la quinoa nel colino a maglie fitte sotto l’acqua corrente, poi versatela in un pentolino, copritela con l’acqua, condite con un pizzico di sale e mettete su fuoco. Una volta raggiunto il bollore abbassate la fiamma al minimo, coprite con un coperchio e lasciate cuocere per assorbimento per 15 minuti. Spegnete poi il fuoco e lasciate riposare per 10 minuti, sempre mantenendola coperta.

Prepariamo le verdure

In una padella fate soffriggere lo spicchio di aglio intero e una volta dorato aggiungete gli edamame, il rosmarino tritato e un pizzico di sale e fate cuocere per 5 minuti fino a quando gli edamame si saranno ammorbiditi. Nel frattempo spezzettate grossolanamente gli spinacini, tagliate a cubetti le barbabietole e l’avocado e condite immediatamente quest’ultimo con sale e succo di limone per evitare che annerisca.

Assembliamo l’insalata

Una volta che la quinoa si è raffreddata sgranatela con una forchetta, poi versatela in una ciotola e conditela con tutte le verdure preparate in precedenza, sale, pepe, olio e succo di limone. Impiattate la vostra insalata di quinoa e completate ogni porzione con un pizzico di rosmarino fresco tritato.

Conservazione

Potete conservare questa insalata di quinoa 2-3 giorni in frigorifero in un contenitore per alimenti.

Consiglio per i vegolosi: Se non amate la quinoa potete sostituirla con del bulgur oppure del cous cous.

Print Friendly
0
Mostra commenti (0)