Frittelle di Carnevale vegane alle uvette

Piccole frittelle morbide morbide, ricche di uvetta e aromatizzate al limone e rum

Stampa

Frittelle di Carnevale vegane alle uvette

Le frittelle di Carnevale vegane alle uvette sono una di quelle delizie che si gustano solo una volta all’anno, per cui tanto vale farne in abbondanza. Quelle che vi proponiamo oggi sono le classiche frittelle ripiene di uvette e aromatizzate con scorza di limone e un goccio di rum. E se volete renderle ancora più golose di quanto già non siano, passatele ancora calde nello zucchero semolato, saranno divine.

    Autore: Sonia Maccagnola
    Prep.: 10 min
    Cottura: 20 min
    Tempo tot.: 30 min
    Dosi per: 40 frittelle

Ingredienti

  • 340 g di farina 0 (o farina integrale, in questo caso aumentate leggermente la quantità di latte vegetale)
  • 150 g di zucchero di canna grezzo
  • 150 g di uvette
  • 130 g di tofu
  • 380 ml di latte di soia (o di mandorla)
  • 23 cucchiai di rum
  • Scorza di un limone bio
  • 1 bustina di lievito (cremor tartaro)
  • 1 pizzico di sale
  • 1 litro di olio di arachidi
  • Zucchero semolato q.b. (facoltativo)

Strumenti

Si cucina!

Prepariamo l’impasto

Per prima cosa ammollate le uvette in acqua tiepida per almeno 15 minuti. Frullate il tofu con circa 50 g di latte di soia fino ad ottenere una crema liscia. In una ciotola riunite la farina, lo zucchero, la scorza del limone grattugiata, il lievito e il pizzico di sale. Mescolate velocemente, poi aggiungete la crema a base di tofu, il restante latte di soia e il rum. Amalgamate bene il tutto fino ad ottenere una pastella liscia e senza grumi. Infine unite anche le uvette scolate dalla loro acqua di ammollo.

Procediamo con la frittura delle frittelle vegane

In un pentolino dal fondo spesso e dai bordi alti scaldate l’olio di arachidi. Controllate che abbia raggiunto la temperatura giusta buttando un cucchiaino di pastella nell’olio: dovrà risalire in superficie entro pochi secondi e friggere dolcemente. Una volta che l’olio è sufficientemente caldo, versatevi l’impasto aiutandovi con due cucchiai, non più di 5 o 6 cucchiaiate per volta. Tenendo la fiamma sotto l’olio abbastanza bassa, lasciate cuocere le frittelle per qualche minuto fino a che in superficie saranno belle colorite. Scolatele con l’aiuto di un ragno per frittura e appoggiatele su un vassoio coperto di carta assorbente per far colare l’olio in eccesso. Versate qualche altra cucchiaiata d’impasto nell’olio e continuate così fino ad esaurimento della pastella. Se volete potete passare le frittelle ancora calde in una ciotolina piena di zucchero semolato, e sistemarle poi su un piatto da portata. Si possono gustare sia tiepide che fredde.

 

Iscriviti alla newsletter e ricevi subito l'ebook gratis

Quattro ricette MAI pubblicate sul sito che potrai scaricare immediatamente. Puoi scegliere di ricevere una ricetta al giorno o una newsletter a settimana con il meglio di Vegolosi.it.  Iscriviti da qui.

Conservazione

Queste frittelle si possono conservare un giorno su un piatto coperte da un telo pulito oppure in un sacchetto per alimenti. Sconsigliato il congelamento.

Consiglio per i vegolosi: Se non amate le uvette provate a sostituirle con delle mele tagliate a dadini piccoli

Insieme

Abbonarsi a Vegolosi MAG, la nostra rivista mensile digitale, ti permetterà di goderti ricette inedite, contenuti giornalistici di alta qualità e al tempo stesso sostenere Vegolosi.it e il lavoro facciamo ogni giorno per permettere a sempre più persone di acquisire maggiore consapevolezzaSe vuoi, puoi farlo da qui.

***

Non ora ma ricordamelo!

Inserisci il tuo indirizzo di posta elettronica qui sotto e ti invieremo un massimo di due email, nei prossimi 30 giorni.

Print Friendly
0