Lavanda alimentare: che cos’è e come si usa

La lavanda è un fiore eccezionale che grazie ai suoi olii essenziali è perfetta anche come ingrediente in cucina. Vi spieghiamo come usarla, in che ricette e dove comprarla.

Lavanda-alimentare

La lavanda è una pianta tipica delle zone mediterranee: si trova soprattutto in Provenza, ma anche in Italia dove viene coltivata sia in pianura che in montagna fino a 1800 metri. Viene utilizzata per molti scopi: fra questi quello meno conosciuto è quello alimentare.

Un plumcake a base di lavanda e camomilla su Vegolosi.it. La ricetta la trovi nei link del testo

Lavanda alimentare

I fiori di lavanda essiccati sono ottimi non solo nelle preparazioni dolci, come biscotti, torte o plumcake, ma anche in quelle salate: sono infatti complemento ideale di deliziosi risotti, magari in abbinamento al rosmarino oppure con ingredienti dal gusto dolciastro come la zucca o la patata dolce. E’ necessario, però, stare attenti con il dosaggio: dato il forte aroma che sprigiona, la lavanda deve essere utilizzata in modo morigerato per evitare che il profumo “copra” il sapore della ricetta.

Tisane

La lavanda serve anche per realizzare delle ottime tisane: basta lasciarne in infusione un cucchiaino da tè in acqua bollente per circa 5 minuti. Il suo infuso ha proprietà calmanti (contro ansia e stress), aiuta a combattere il mal di testa e allevia la laringite.
Ecco la ricetta per una tisana digestiva e facile da preparare a base di lavanda:

Tisana alla lavanda ricetta

COME PREPARARLA: 
per una tazza di acqua(250 ml) a 90/100 °  – 1 cucchiaino da tè di fiori di camomilla, 1/2 cucchiaino di fiori di lavanda e 1 bocciolo di rosa essicato. Lasciate in infusione per almeno 15 minuti

Dove si compra

Si trova facilmente nelle erboristerie: ricordatevi, però, di specificare sempre l’uso che dovrete farne, soprattutto nel caso di quella alimentare. Se volete andare sul sicuro potete acquistarla anche online.

Curiosità

Per poter essere utilizzata a scopo alimentare, la lavanda viene raccolta all’inizio della fioritura e fatta essiccare. Si tratta di una pianta che mantiene il suo profumo intenso per molto tempo anche dopo la raccolta ed è per questo che, fra le piante aromatiche, è certamente quella più adatta anche ad essere utilizzata nella cosmesi e nella cura del corpo.

Print Friendly

Le altre ricette video

0
Mostra commenti (0)