Piante selvatiche commestibili

selvatiche

Se l’orto non è proprio il vostro forte ma vorreste mangiare ortaggi di stagione ad altissimo contenuto di vitamine, poliennali e sali minerali ci sono una varietà infinita di piante selvatiche commestibili da raccogliere. Del resto gli ortaggi coltivati attualmente altro non sono che piante spontanee selezionate in passato per le loro proprietà e trasformate nei secoli, trasformate in cibi di grande sapore e grandi dimensioni ma spesso non paragonabili ai loro cugini selvatici per benefici per la nostra salute.

Gli antichi popoli della terra avevano imparato con non pochi rischi a riconoscere le piante selvatiche ed ad usarle come cibo e come medicinali. Nella raccolta va ricordato però il rispetto per la natura e a non approfittare di questi doni, una raccolta indiscriminata potrebbe portare ad una distruzione di quelle stesse piante. Le piante selvatiche devono essere raccolte dove sono molto numerose, lasciando sempre qualche esemplare per la riproduzione. Vanno tagliate e mai strappate per evitare di portare via anche la radice o comunque danneggiarla.

Ovviamente vanno raccolte lontano dai centri urbani, zone industriali, inquinate, vicino a cumuli di letame o di allevamenti animali. Oltre a questo va tenuto presente che ci sono leggi e regolamenti locali che permettono di raccogliere la parte aerea di molte piante ma che vietano la raccolta di altre e per tutte la raccolta delle radici.

Le piante protette non vanno raccolte e sconsiglio la raccolta delle piante officinali ad uso medicamentoso visto che la materia è complessa ed andrebbe approfondita con una persona esperta e qualificata. Alcune di queste piante vengono usate generalmente come verdure cotte o crude, altre come gusti o aromi in cucina e di altre ancora si utilizzano solo i frutti, di altre ancora gli usi sono molteplici. Oltre ad avere delle ottime erbe per i vostri piatti, gratuitamente, la raccolta vi permetterà di effettuare salutari escursioni a piedi che vi aiuteranno a mantenere un peso forma invidiabile.

Ecco le 10 piante selvatiche commestibili più comuni da raccogliere e facili da riconoscere di cui parleremo nel dettaglio nei prossimi articoli.

1) Ortica

2) Aglio orsino

3) Acetosa

4) Cardo

5) Tarrassaco

6) Erba cipollina

7) Farinello

8) Luppolo

9) Malva selvatica

10) Porcellana o Portulaca

 

 

Print Friendly
0
Mostra commenti (0)