Frittella siciliana: la vastedda

Se avete preparato la pizza e vi avanza un po’ di impasto, avete pronto un dessert davvero goloso!

frittella

La vastedda siciliana è una frittella che si consuma generalmente il 13 dicembre, durante la festa di Santa Lucia, ed è un dolce popolare di recupero. Generalmente, nel secolo scorso le massaie sicule se durante la preparazione del pane o delle pizze fatte in casa avanzava un po’ di impasto lo utilizzavano per addolcire le tavole.

Ingredienti

  • 200 g farina integrale (o di farro, di riso, di avena. Sceglietela a vostro piacimento),
  • tre bicchieri di acqua minerale,
  • 8 g di cremor tartaro,
  • un pizzico di bicarbonato,
  • 50 g di olio di mais,
  • due cucchiai di zucchero a velo o di canna.

Preparazione

In una ciotola versate la farina, il lievito, il bicarbonato e aggiungete l’acqua impastando energicamente. Una volta che l’impasto sarà abbastanza liquido lasciatelo riposare per 2-3 ore.

Quando il panetto sarà pronto, preparate una padella e oliatela per bene e versate l’impasto a piccole porzioni di circa 20 grammi ciascuna.

Una volta cotte le vostre frittelle ricopritele di zucchero a velo di canna.

Insieme

Abbonarsi a Vegolosi MAG, la nostra rivista mensile digitale, ti permetterà di goderti ricette inedite, contenuti giornalistici di alta qualità e al tempo stesso sostenere Vegolosi.it e il lavoro facciamo ogni giorno per permettere a sempre più persone di acquisire maggiore consapevolezzaSe vuoi, puoi farlo da qui.

***

Non ora ma ricordamelo!

Inserisci il tuo indirizzo di posta elettronica qui sotto e ti invieremo un massimo di due email, nei prossimi 30 giorni.

Print Friendly
0