Noci fresche: cosa sono e proprietà

Si trovano nel banco frigo del supermercati alla fine dell’estate: le noci fresche sono una primizia d’autunno dal sapore molto particolare, che piacerà soprattutto agli amanti dei gusti amarognoli.

Si trovano per poche settimane, all’inizio di settembre, nel banco frigo dei supermercati. Sono le noci fresche e altro non sono che le classiche noci, ma raccolte poco prima della naturale caduta dall’albero, con il mallo verde non ancora distaccato, che viene poi tolto meccanicamente. Con il guscio chiaro, tenero e umido al tatto (per questo si trovano in frigorifero), le noci fresche si differenziano dalle normali noci secche per il gusto amarognolo e leggermente allappante conferito al frutto dalla pellicina giallognola che avvolge il gheriglio ancora fresco.

Calorie e proprietà

Dal punto di vista nutrizionale e calorico, le noci fresche non si differenziano molto da quelle secche se non per il maggior contenuto di acqua. Sono quindi frutti molto energetici, ricchi di proteine, vitamina E, sali minerali, calcio, zinco, potassio, fosforo e, ovviamente, omega-3. Un consiglio? Non private il frutto fresco della pellicina chiara che lo avvolge: è quella che gli conferisce il tipico gusto amarognolo, ma anche la parte più ricca sotto il profilo nutrizionale.

Come seccarle

Proprio perché fresche, questo tipi di noci vanno conservate in frigorifero, se consumate in tempi rapidi. È possibile anche farle seccare, per ottenere le classiche noci, ma attenzione al rischio muffa: meglio riporle in un luogo ventilato e asciutto oppure farle “asciugare” in forno ventilato a bassa temperatura. Il nostro consiglio, però, se amate i gusti amari, è di consumare questa speciale primizia stagionale quando è fresca, al naturale, nei pochi giorni nei quali è disponibile alla fine dell’estate: un piacevole rito di passaggio ai sapori dell’autunno.

Print Friendly

Le altre ricette video

0
Mostra commenti (0)