Lupini: proprietà, utilizzi in cucina e curiosità

I lupini sono legumi energetici e deliziosi in cucina. Una delle modalità più classiche per il loro consumo è sotto forma di snack

lupini

Il lupino bianco è una pianta a coltivazione annuale, con una radice robusta, i cui fiori, dopo la fecondazione, formano i legumi. Il Lupinus albus appartiene alla stessa famiglia di fagioli, fave e lenticchie.

Dove si comprano

Generalmente i lupini sono venduti sottovuoto in qualsiasi supermercato o nei negozi di alimentazione biologica. Da questi legumi si ricavano anche la farina e una bevanda vegetale adatta a chi è intollerante al lattosio: anch’essi sono reperibili nei negozi specializzati.

Proprietà

Anche i lupini, come gli altri legumi, rientrano tra gli alimenti molto energetici, con le loro 114 kcal per 100 g. Contengono molti sali minerali, in particolare ferro e potassio. I lupini sono caratterizzati da percentuali variabili di acidi organici, resine, lupeolo, galattosio, arginina, vanillina e lecitina.

Lupini in cucina: ricette e consigli

I lupini sono consumati soprattutto come snack e in commercio si trovano per lo più cotti e conservati sottovuoto, pronti all’uso, ideali per l’aperitivo vegano ma anche prima dell’allenamento sportivo. Con la farina di lupini si possono realizzare deliziose “farinate” o  frittate senza uova come le nostre frittatine vegane con farina di lupini e broccolo romanesco. Interi, invece, possono essere usati in varie preparazioni per portare in tavola piatti nutrienti e gustosi: provate, per esempio, le nostre polpette vegane con orzo e lupini, vi stupiranno! La farina, volendo, può invece essere usata per preparare il mopur fatto in casa.

Storia

La pianta dei lupini viene da sempre coltivata nelle aree del Mediterraneo e del Medio Oriente, grazie alla sua adattabilità a terreni acidi e aridi e a climi ostici e sfavorevoli. Dopo il crollo della domanda di lupini, soprattutto a seguito dello sfollamento delle aree più povere della popolazione, oggi la coltivazione di lupini è particolarmente diffusa nelle aree del Meridione.

Curiosità

I lupini devono essere consumati previa cottura a causa di una sostanza di natura alcaloidea, la lupo-tossina, una sostanza potenzialmente tossica, resa innocua dal calore o da opportuni processi di preparazione. Pensate che i semi della pianta venivano impiegati come surrogato del caffè: il sapore del “caffè di lupino” risulta molto amaro, quindi per addolcirlo lo si mescolava con la polvere di orzo.

 

Print Friendly

Le altre ricette video

0
Mostra commenti (0)