Farina di cocco o cocco rapè: proprietà, ricette e consigli

La farina di cocco e il cocco rapè sono la stessa cosa? E poi, come si utilizzano? Scopriamolo insieme in questa guida!

farina di cocco

La farina di cocco è ricavata dalla polpa del cocco, prima disidratata e poi grattugiata. È utilizzata principalmente come una comune farina per la preparazione di dolci e impasti, da sola o mescolata con altre farine. Essendo ricavata da un frutto, la farina di cocco è naturalmente senza glutine ed è quindi adatta anche alle persone celiache.

Farina di cocco e cocco rapè: le differenze

La farina di cocco e il cocco rapè (o cocco grattugiato) non sono la stessa cosa: mentre la prima ha una grana piuttosto fine e uniforme, il secondo è invece più grossolano, perché si tratta della polpa di cocco grattugiata semplicemente ridotta in scaglie e non sottoposta a ulteriori processi di raffinazione. Il cocco rapè è più diffuso della farina di cocco ed è impiegato sia per la decorazione dei dolci sia per la loro preparazione.

Dove si comprano

Mentre il cocco rapè è facilmente reperibile nel reparto dolci del supermercato, online e nei negozi di alimentazione biologica e nelle erboristerie, può essere più complicato procurarsi la farina di cocco. Quest’ultima, infatti, solitamente non si trova nei supermercati ma è in vendita nei negozi specializzati, in quelli di alimentazione bio e nei supermercati online. In entrambi i casi, comunque, il prezzo va dai 3 euro in su per 500 grammi di prodotto.

Proprietà

Molto ricca di fibre, grassi e carboidrati, la farina di cocco ha anche un buon contenuto di sali minerali – specialmente potassio e ferro. Scarse, invece, sono le concentrazioni di vitamine e proteine. Nonostante il suo un indice glicemico basso, è bene non eccedere con la farina di cocco (e con il cocco in generale) perché si tratta di un alimento molto calorico.

tortine vegane al cocco e cioccolato

Ricette e usi in cucina

Come già accennato, la farina di cocco può essere impiegata – da sola o in un mix con altre farine – per la preparazione di impasti gluten-free, come quelli di torte, biscotti e crostate, ai quali regalerà un aroma inconfondibile e delizioso: imperdibili le ciambelline menta e cioccolato!

Il cocco rapè, invece, è ideale per la decorazione dei dolci: noi, per esempio, lo abbiamo utilizzato sulle nostre crostatine vegane con frolla di quinoa e crema al cioccolato ma anche sui biscotti vegan al cocco facilissimi. Nulla ci vieta, in ogni caso, di utilizzarlo come ingrediente nelle varie preparazioni: strepitoso nella ricetta dei bounty vegan, ha donato un profumo delizioso anche ai nostri plumcake vegani cocco e lime. In ogni caso, sia la farina di cocco che il cocco rapè, si sposano perfettamente con ananas, cioccolato, limone, vaniglia e ciliegie: provate questi abbinamenti per dei dolci davvero insuperabili!

Curiosità

Il cocco rapè viene spesso utilizzato in cosmetica per la preparazione di scrub esfolianti delicati per la pelle del viso e del corpo. Sarà sufficiente mescolare 3 o 4 cucchiai di cocco grattugiato con dell’olio di cocco, di oliva o di mandorle dolci per preparare il proprio scrub fatto in casa, da utilizzare sulla pelle bagnata prima del bagno o la doccia.

Olio di cocco: la guida completa per utilizzarlo

Print Friendly

Le altre ricette video

0
Mostra commenti (0)