Panpiadina aromatizzata in padella

Panpiadina

Ecco l’esempio di un fragrante incrocio tra una piadina e un pane azzimo, tutto pronto in pochissimo tempo, ma soprattutto senza l’utilizzo del forno. Quante volte vi è capitato di non trovarvi del pane a casa, o quante volte avete desiderato un impasto che non contenesse lieviti e che sia a portata di mano?

Ecco la giusta soluzione alle vostre esigenze: la panpiadina aromatizzata in padella!

Le farine utilizzate provengono da grani antichi siciliani, ma potete usare benissimo quelle che avete a disposizione in casa. L’unico consiglio è quello di utilizzare  farina di grano duro o tenero integrale biologica o la miscela in parti uguali delle due, per mantenere la consistenza di un pane ma la morbidezza di una piadina.

Inoltre, in queesto modo la pianpadina si arricchisce delle fibre e delle vitamine delle farine integrali, elemento prezioso per una sana e corretta alimentazione.

Sbizzarritevi utilizzando i semi e le spezie che volete o avete in casa. Il risultato sarà lo stesso eccellente. Provare per credere!:-)

Ingredienti

125 g di farina di grano duro integrale
125 g di farina di grano tenero integrale
2 cucchiai di olio evo
rosmarino q.b
un cucchiaino di semi di sesamo
un cucchiaino di semi di papavero
Sale q.b.
Acqua q.b.

Iniziate setacciando le farine su una spianatoia o una ciotola di vetro, eliminando eventuali residui ma mantenendo la parte della crusca che rimarrà nel setaccio. Aggiungete l’olio e strofinate la farina tra le mani.

Aromatizzate con una presa di rosmarino secco o fresco sminuzzato, il sale, i semi di papavero, i semi di sesamo. Formate una fontana e al centro versate poco per volta e lentamente l’acqua a temperatura ambiente. Impastate fino a formare un panetto liscio e compatto. Se avete esagerato con l’acqua, aggiungete un po’ di farina. Coprite con un panno leggermente umido e fatelo riposare per 20 minuti circa.

Scaldate una padella anti aderente e appena l’impasto sarà pronto, dividetelo in due parti e stendetelo su un tagliere di legno o un foglio di carta forno infarinato. Lo spessore deve essere di circa mezzo centimetro, o comunque sottile. Potete ricavare dei dischi con un coppapasta oppure lasciatele con una forma più grande e irregolare, tutto sta dall’uso che ne volete fare.

Adagiate sulla padella calda e giratela per lato dopo pochi minuti. Servita tiepida la panpiadina è un ottimo accompagnamento di secondi piatti o base di gustose farciture.

 

Insieme

Abbonarsi a Vegolosi MAG, la nostra rivista mensile digitale, ti permetterà di goderti ricette inedite, contenuti giornalistici di alta qualità e al tempo stesso sostenere Vegolosi.it e il lavoro facciamo ogni giorno per permettere a sempre più persone di acquisire maggiore consapevolezzaSe vuoi, puoi farlo da qui.

***

Non ora ma ricordamelo!

Inserisci il tuo indirizzo di posta elettronica qui sotto e ti invieremo un massimo di due email, nei prossimi 30 giorni.

Print Friendly
0