Il metallo secondo la macrobiotica

L’elemento metallo nella macrobiotica rappresenta concretezza, stabilità, affidabilità: ecco perché.

metalli-pesanti

Continuando il movimento discendente si arriva al massimo della concentrazione, dello yang: il metallo

L’elemento metallo è rigido, concentrato, brillante, può fondersi e indurirsi: ma può essere anche malleabile e duttile

La fase energetica del metallo è quella del concretizzare: portare a termine le cose. Quando questa energia è in equilibrio si riesce a porta a termine un progetto, si è affidabili, concreti, stabili, si ha la giusta flessibilità.

Se invece l’energia metallo non è in equilibrio, si tenderà alla tristezza e alla depressione, un esempio è la postura  a spalle chiuse, dove sembra che ci si porti il peso del mondo sulle spalle.

La fase del metallo corrisponde al periodo della vecchiaia in cui l’individuo comincia a interiorizzare le esperienze della vita trascorsa per prepararsi ad affrontare la parte più spirituale della sua esistenza.

Gli organi collegati sono i polmoni e l’intestino crasso; le parti del corpo collegate a questo elemento sono la pelle, i peli.

 

Print Friendly
0
Mostra commenti (0)