Burrito vegan

Di origine messicana, molto diffuso negli Stati Uniti: ecco come preparare il burrito vegan.

burrito

La parola burrito deriva dallo spagnolo e significa ‘piccolo asino’. E’ una pietanza che appartiene alla cucina tex-mex e consiste di una tortilla riempita da vari ingredienti. Grazie alla sua forma particolarissima il burrito è diventato uno dei cibi più famosi degli Stati Uniti d’America.

Oggi ho realizzato il burrito vegan, versione saporita tanto quanto quella originale. Chi è intollerante al glutine può utilizzare la farina di riso, di mais o di grano saraceno.

Ingredienti

150 g di farina integrale
50 g di farina di riso
due bicchieri di acqua
100 g di spinaci
due patate nuove
olio evo
sale e pepe q.b.

Strumenti: una ciotola, una padella, un coltello e un cucchiaio.

Impastate

In una ciotola versate le farine e l’acqua e impastate il vostro panetto fin quando sarà liscio e morbido. Lasciandolo riposare in frigorifero, avvolto dalla pellicola per alimenti, per circa un’oretta. Non appena sarà pronto, ungete la padella con un filino di olio evo e lasciate cuocere il burrito da entrambi i lati, come se fosse una frittata.

Il condimento

Sbucciate, pulite e lavate le patate e gli spinaci. Tagliate a striscette sottili le patate, come se fossero delle chips, in una padella con un goccino di olio evo e quando saranno a 3/4 di cottura aggiungete gli spinaci e lasciateli appassire per pochissimo. Aggiustate di pepe e di sale. Volendo potreste utilizzare la salsa di soia al posto del sale.

Componete il piatto

Versate il burrito bollente in un piatto e il condimento caldo al di sopra, girate la base come se fosse un cannolo siciliano. Servite quindi ben caldo.

Print Friendly
0
Mostra commenti (0)