Frollini vegan al mandarino

Questi frollini vegan al mandarino sono dei biscotti croccanti e dall’intenso profumo di questo agrume così dolce e amato, a cui sarà impossibile resistere

Frollini vegan al mandarino
Stampa

Frollini vegan al mandarino

    Autore: Sonia Maccagnola
    Prep.: 10 min (+30 min di riposo)
    Cottura: 15 min
    Tempo tot.: 25 min
    Dosi per: 16-18 frollini

Ingredienti

  • 210 g di farina 0
  • 15 g di amido di mais
  • 80 g di zucchero di canna
  • 90 g di burro di soia
  • Scorza di 2 mandarini
  • Succo di 1 mandarino (40 ml)
  • 1 pizzico di sale

Strumenti

Si cucina!

In una ciotola versate la farina, l’amido, lo zucchero, la scorza di mandarino e il sale e mescolate bene. Aggiungete il burro di soia freddo di frigorifero e impastate il tutto con le dita fino a ottenere un composto sabbioso. A questo punto unite anche il succo di mandarino e impastate formando un panetto omogeneo.

Riposo in frigorifero

Formate un cilindro del diametro di circa 5 mm, avvolgetelo nella pellicola e lasciatelo riposare in frigorifero per circa 30 minuti.

Inforniamo

Con un coltello ben affilato ricavate dal cilindro dei dischi spessi circa 7 mm e disponeteli man mano su una placca da forno foderata con un tappetino in silicone e infornate in forno ventilato a 180°C per 15 minuti circa, o fino a che saranno leggermente dorati sul bordo. Sfornate i vostri frollini e lasciateli raffreddare completamente prima di gustarli.

Conservazione

Potete conservare questi frollini vegan al mandarino una settimana in una scatola di latta.

Consiglio per i vegolosi: Potete realizzare questi frollini anche al cioccolato, sostituendo l'amido di mais con pari quantità di cacao.

Insieme

Con il 2021 ci piacerebbe continuare a produrre contenuti, informazione di alta qualità, ricette meravigliose e permettere a sempre più persone di acquisire maggiore consapevolezza su questi temi: possiamo farlo insieme, se vuoi.
Abbonandoti a Vegolosi MAG, la nostra rivista mensile digitale, potrai goderti ricette inedite e contenuti giornalistici di alta qualità e al tempo stesso sostenere Vegolosi.it. Iniziamo da qui.

Print Friendly
0