Sport e alimentazione vegana: i consigli di “Vegan Man”

Fare movimento, preferire i cereali integrali, mangiare verdura di stagione e conoscere quello che si mette in tavola: sono i consigli per conciliare sport e veganesimo

veganman2.jpg

Fare movimento. E, ancora, preferire i cereali integrali, mangiare frutta di stagione e conoscere quello che si mette in tavola. Sono semplici, ma chiare, le regole da seguire per conciliare sport e alimentazione vegana, rimanere in forma (e magari perdere anche qualche chilo). Parola di Fabrizio Bartoli, campione italiano di sci alpinismo e di cross-triatlon, vegano, autore di “Vegan Man. Il manuale vegan perfetto per atleti, appassionati e sportivi dilettanti”, edito da Eifis Edizioni.

Un libro che è nato con un obiettivo, racconta Bartoli: “Sfatare il mito secondo il quale un atleta non può essere vegano”. E proprio da qui che lui, 29 anni, toscano, due lauree e un’azienda di famiglia che produce olio, è partito per raccontare come si coniugano i tre aspetti basilari della sua vita: lo sport, l’alimentazione e il rispetto per gli animali. Non a caso “Vegan Man”, oltre a essere un libro di cucina con oltre 80 ricette vegane, è anche un manuale sportivo con programmi di allenamento e consigli su quattro livelli di intensità differenti.

“Non ci sono pozioni magiche: l’importante è conoscere bene le materie prime con le quali ci nutriamo”, è il consiglio generale di Bartoli a chiunque voglia conciliare alimentazione vegan e pratica sportiva. Se poi l’obiettivo è anche perdere un po’ di peso non c’è “pozione magica” che tenga: “Incominciate a muovervi. Non ci sono le diete per dimagrire senza movimento. Se non ci muoviamo – spiega Fabrizio – nessuna dieta ci permetterà di avere una perdita di peso reale, concreta e che si mantenga nel tempo. Poi, bisogna stare attenti a come associamo il cibo e ai cereali bianchi, che ci alzano i livelli insulinici nel sangue e fanno sì che la fame si ripresenti sempre più spesso. Mangiando i cereali integrali, invece, avremo un senso di sazietà maggiore”.

Proprio i cereali integrali sono uno dei quattro alimenti che non dovrebbero mai mancare nella dispensa di uno sportivo, insieme a legumi, frutta e verdura di stagione e a km 0 e frutta secca oleosa, importante per i “grassi buoni” che introduciamo nel nostro corpo. Il piatto ideale? La classica pasta e ceci: “I legumi, associati ai cereali integrali si completano dal punto di vista amminoacido e proteico”.

“Vegan Man. Il manuale vegan perfetto per atleti, appassionati e sportivi dilettanti”

F. Bartoli

Eifis Edizioni

Silvia De Bermardin

 

Print Friendly
0
Mostra commenti (0)