Torta di mele vegana

Il sapore e il profumo della mia infanzia, anche in chiave veg.

torta

Questa torta di mele vegana nasce senza burro in tempi non sospetti, nei primi anni ’80, quando la mia nonna Mariuccia si è dovuta inventare un dolce per me che già da piccolina avevo dei problemi con alcuni alimenti. Quello che ho dovuto fare, quando da vegetariana sono diventata vegana, è stato eliminare le uova cercando di mantenere la consistenza soffice di questa torta davvero deliziosa.

Dopo un paio di esperimenti alla fine sono stata molto soddisfatta del risultato: e il sapore e il profumo sono sempre quelli della mia infanzia.

Ingredienti:

250 g di farina 0
50 g di amido di mais
100 g di zucchero di canna integrale
1 bustina di cremor tartaro o lievito bio
7 cucchiai di olio di semi di girasole
6 cucchiai di vino bianco
135 ml di latte di mandorla (o altro latte vegetale)
1 cucchiaio di aceto di mele
Buccia grattugiata di 1 limone
2 mele
Cannella qb

Mescolate le farine e tutti gli ingredienti secchi. Poi aggiungete olio, vino bianco, aceto di mele e infine il latte e per ultima la buccia di limone grattugiata. Mescolate bene e fate in modo di incorporare molta aria, così il dolce risulterà più soffice.

Sbucciate le mele (se sono bio potete anche tenere la buccia) e tagliatele a fettine sottili (io uso il pelapatate). Quindi versate metà dell’impasto nella tortiera, poi mettete le fettine di mela e spolveratele di cannella (e volendo con un pochino di zucchero) e coprite con il resto dell’impasto.

Infornate in forno statico a 180° (preriscaldato) per circa 50 minuti. Ma attenzione: ogni forno ha il suo carattere, quindi fate la prova stecchino!

Print Friendly
0
Mostra commenti (0)