Shirò: crema di ceci etiope

Quando mi sono recata per la prima volta in Etiopia mi hanno fatto conoscere lo shirò, una crema di ceci, o tavolta fave, speziata. E’ stato amore al primo assaggio! Lo shirò è un piatto tipico della cucina del Corno D’Africa, in particolare di Etiopia ed Eritrea, viene servito caldo sull’enjera, il tipico pane fermentato, simile per forma ad una piadina gigante. Lo shirò viene preparato in un pentolino di terracotta e può avere diverse consistenze, alcune sono più dense mentre altre sono più cremose, in alcune vi è il burro per cui se vi capitasse chiedete la versione che non lo contiene, non sarà un problema perchè vi è la versione “fasting” per i periodi di Quaresima o per i giorni di digiuno.

Non serve però recarsi nel Corno d’Africa per assaggiare un buono shirò, potrete facilmente prepararlo a casa, servono pochi ingredienti e sarà pronto in mezzoretta. Se avrete la fortuna di recarvi in Etiopia o in Eritrea potrete acquistare dei “preparati”, nei mercati locali infatti potrete acquistare la farina di ceci già mescolata con il berberè, il tipico mix di spezie a base di peperoncino piccante; se non siete grandi amanti del piccante fate attenzione, generalmente la farina già pronta è molto piccante.

Ingredienti

  • Olio evo
  • Cipolla
  • Aglio
  • Farina di ceci (o di fave)
  • Pomodori maturi (in alternativa fuori stagione potete usare dei pelati o della passata)
  • Acqua
  • Berberè

In un tegame fate appassire con un po’ d’olio la cipolla, l’aglio e il berberè (a piacere a seconda di quanto lo volete piccante) e fate cuocere per circa 8-10 minuti. Aggiungete poi il pomodoro, la farina di ceci e acqua e fate cuocere per circa 20 minuti. Aggiungete più o meno acqua a seconda della consistenza finale che vorrete avere. Assaggiate ed eventualmente valutate di aggiustare di sale, io generalmente non lo aggiungo perchè il berberè rende già deciso il gusto di questa crema.

Vi consiglio di servirlo assieme a del pane o in abbinamento adaltri cibi, perchè no assieme all’injera. Tradizionalmente lo shirò viene mangiato con le mani, strappando dei pezzetti di questo pane acido. Questo alimento è perfetto anche se siete celiaci perchè sia shirò che injera (fatta con farina di teff) non contengono glutine. Il suo sapore deciso vi conquisterà!

Print Friendly
0
Mostra commenti (0)