Ketchup allo zenzero

exp_ketchup_vasetto

Ecco un’alternativa sana ai prodotti industriali: un ketchup fatto in casa che profuma di estate, perfetto per accompagnare i tanti burger proposti sul sito di Vegolosi.

exp_ketchup-03

Preparare questa salsa è facilissimo, il segreto è scegliere dei pomodori buoni e ben maturi e farli cuocere lentamente, in modo che i sapori dei vari ingredienti si amalgamino alla perfezione. Qui, insieme alla dolce cipolla rossa, ho voluto usare la radice di zenzero fresco, che regala un aroma leggermente piccante, ma per un gusto più deciso si può aggiungere anche un peperoncino.

exp_ketchup-02

Ingredienti (per un barattolo da 200 ml)

1 kg di pomodori maturi
1 cipolla rossa
3 spicchi di aglio (possibilmente fresco)
radice di zenzero bio
1 cucchiaino di zucchero di canna integrale
1 cucchiaio di sciroppo di agave
2 cucchiaini di sale di Guerande (o sale marino integrale)
olio extravergine d’oliva
1 peperoncino piccante (opzionale)

Per prima cosa, preparate le verdure da cuocere al forno: tagliate a spicchi i pomodori e sistemateli in una teglia foderata di carta forno. Unite poi la cipolla tagliata a fette, gli spicchi d’aglio puliti, qualche fetta di radice di zenzero spellata ed eventualmente il peperoncino. Condite con zucchero, sale, sciroppo d’agave e olio e infornare a 200° per circa 45-50 minuti, o finché le verdure sono morbide e leggermente abrustolite.

Trasferite le verdure nel bicchiere del mixer e frullatele fino a ottenere una salsa cremosa, o se si preferisce un ketchup più omogeneo, si può passare al passaverdura ed eventualmente farlo ridurre 10 minuti in un padellino antiaderente, senza aggiungere condimento.

Si conserva una settimana in frigorifero in un vasetto a chiusura ermetica.

 

Dolci vegan da regalare a Natale: nuovo corso!

Il 15 dicembre ci sarà da divertirsi: abbiamo organizzato un corso di cucina in streaming in cui la nostra chef Sonia vi darà 5 idee +1 per realizzare dei meravigliosi dolci da regalare a chi ami.

 Per maggiori info e prenotare il tuo posto, puoi cliccare qui.  

Print Friendly
0