Funghi pleurotus impanati e fritti

Una pietanza gustosa da mangiare come secondo oppure per preparare squisiti panini.

Funghi-pleurotus-impanati-Vegan

I funghi pleurotus impanati e fritti sono un gustoso secondo piatto che può essere servito accompagnato con patate sabbiose o semplicemente con un’insalata. Possono essere utilizzati per la preparazione di contorni, primi e secondi. In questa ricetta li ho utilizzati impanati con una pastella di farina di ceci e di farro integrale per prepararne delle cotolette senza uova.

Le cotolette cruelty-free sono un delizioso secondo da inserire come pietanza in un menu festivo oppure possono essere utilizzate come l’ingrediente base per preparare dei gustosi panini da mangiare per pranzo fuori casa.

Come farine è sempre preferibile usare farine bio.

Ingredienti:

funghi Pleurotus q.b.
50 g di farina di farro integrale
100 g di farina di ceci,
acqua q.b. per ottenere una pastella non troppo liquida
curry q.b.
coriandolo macinato q.b.
sale q.b.
1 cucchiaio di olio di oliva
olio di semi di girasole per friggere

Preparazione

Preparate una pastella con acqua, sale, 1 cucchiaio di olio evo, curry e le farine precedentemente setacciate (farro e ceci). Evitate di far formare i grumi e lasciate che la pastella riposi per almeno un’ora.

Salate i funghi e passateli prima nella farina di ceci (avrete bisogno di altra farina di ceci oltre quella utilizzata per preparare la pastella) e poi nella pastella. Su una spianatoia versate del pane grattugiato e passateci i funghi. Adesso i funghi sono pronti per essere fritti. In una padella fate riscaldare l’olio di semi e iniziate a friggere i funghi.

Le cotolette di funghi così ottenute saranno cotte quando avranno assunto un colore dorato.

Insieme

Abbonarsi a Vegolosi MAG, la nostra rivista mensile digitale, ti permetterà di goderti ricette inedite, contenuti giornalistici di alta qualità e al tempo stesso sostenere Vegolosi.it e il lavoro facciamo ogni giorno per permettere a sempre più persone di acquisire maggiore consapevolezzaSe vuoi, puoi farlo da qui.

***

Non ora ma ricordamelo!

Inserisci il tuo indirizzo di posta elettronica qui sotto e ti invieremo un massimo di due email, nei prossimi 30 giorni.

Print Friendly
0