Banana bread

Un dolce da colazione o da merenda che conquista al primo morso è il banana bread arricchito con farina di carrube nell’impasto

banana bread vegano

Le colazioni, gli spuntini di mezza mattina e quelli del pomeriggio, hanno bisogno del giusto carburante, così ecco il banana bread di una bontà unica tanto da stregare al primo morso. La sua consistenza è piacevolmente umida e soffice, ottimo da solo o spalmato con un velo di marmellata senza zucchero, insomma perfetto.

 

Ingredienti 

15 g di semi di lino
50 ml di acqua
2 banane mature (240 g)
160 ml di bevanda alla mandorla
200 g di farina manitoba
20 g farina di carrube
cannella in polvere
10 g di zucchero di cocco
10 g di olio di cocco bio
5 g di cristallina o idrolitina
succo di limone

Procedimento

Tritate finemente i semi di lino fino a ridurli in polvere, poi metteteli in una ciotolina, aggiungete 50 ml di acqua tiepida e lasciateli riposare per una decina di minuti.

Nel frattempo, in una terrina schiacciate bene 200 grammi di banane con una forchetta, poi aggiungete la bevanda alla mandorla e la farina di manitoba, la farina di carrube, una spolverizzata di cannella, lo zucchero di cocco e l’olio di cocco. Amalgamate bene.

Versate la cristallina sulla superficie del composto, aggiungete un goccio di succo di limone, lasciate agire qualche secondo (si formerà una schiuma bianca), quindi mescolate.

Versate il composto in uno stampo da plumcake foderato con carta forno bagnata e strizzata, livellate e terminate adagiando sulla superficie i 40 grammi di banana rimasti tagliati a rondelle. Cuocete in forno preriscaldato a 180° per circa 45 minuti. Lasciate raffreddare completamente prima di affettare e gustare.

 

Insieme

Abbonarsi a Vegolosi MAG, la nostra rivista mensile digitale, ti permetterà di goderti ricette inedite, contenuti giornalistici di alta qualità e al tempo stesso sostenere Vegolosi.it e il lavoro facciamo ogni giorno per permettere a sempre più persone di acquisire maggiore consapevolezzaSe vuoi, puoi farlo da qui.

***

Non ora ma ricordamelo!

Inserisci il tuo indirizzo di posta elettronica qui sotto e ti invieremo un massimo di due email, nei prossimi 30 giorni.

Print Friendly
0