Pizza vegana con tofu e trevisana

Una ricetta ideale per avere il piacere di mangiare una pizza senza mozzarella e senza rinunciare al gusto.

pizza vegana con tofu e trevisana
Stampa

Pizza vegana con tofu e trevisana

La pizza vegana con tofu e trevisana è una ricetta ideale per gustare una pizza senza mozzarella e senza rinunciare al gusto.

    Autore: Cristiano Bonolo
    Prep.: 15 min +90 min (lievitazione)
    Cottura: 30 min
    Tempo tot.: 2 ore 15 min
    Dosi per: 6 persone

Si cucina!

L’impasto

In una ciotola capiente setacciate la farina, poi unite l’olio extravergine di oliva, il sale e per ultimo il lievito in polvere per preparazioni salate. Aggiungete poi poco per volta l’acqua, avendo cura di aspettare che la dose precedente sia stata ben assorbita dalla farina. Lavorate l’impasto sino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo che dovrete modellare con le mani per ottenere una palla.

Ricordatevi che ogni farina utilizzata assorbe una quantità di acqua differente.

La lievitazione

Fate lievitare l’impasto all’interno della ciotola coperto da un canovaccio per circa 2 ore ad una temperatura poco superiore a quella ambiente: una buona soluzione è mettere il tutto nel forno spento ma con la luce accesa. Al termine stendete bene l’impasto su una teglia precedentemente oliata e fate lievitare ancora per almeno 30 minuti sempre a temperatura controllata.

La cottura

Al termine della seconda lievitazione distribuite metà della polpa di pomodoro sull’impasto e infornate a 225 °C per circa 15 minuti. Estraete la pizza, aggiungete la restante polpa di pomodoro, il tofu sbriciolato e la trevisana tagliata a listarelle. Continuate la cottura per altri 15/20 minuti.

Conservazione

La pizza si conserva in frigo un paio di giorni avvolta nella carta stagnola. Se preferite prepararla prima, potete anche congelarla intera o già tagliata a fette avendo cura di separarla con un po’ di carta forno. Prima di consumarla scaldatela direttamente in padella o su una piastra, ancora congelata.

Consiglio per i vegolosi: Provate ad aggiungere delle olive nere e qualche cappero: ancora più gustosa!

Print Friendly

Le altre ricette video

0
Mostra commenti (0)