Metodo “Life 120”, l’Ordine dei Biologi “Lo abbiamo segnalato ai NAS”

Anche l’Ordine Nazionale dei Biologi è intervenuto sul metodo “Life120” creato dal giornalista Adriano Panzironi, a tutela delle professionalità ma soprattutto della salute di chi lo segue.

Panzironi-ordine-dei-biologi

Pare aver attirato il biasimo di molti la dieta denominata “Life120” ideata dal giornalista Adriano Panzironi e che prevede uno stile alimentare “paleo” con alla base della piramide carne, pesce e formaggi e il divieto assoluto di consumare pane, pasta, cereali e legumi. La dieta, pubblicizzata in televisione attraverso vari talk show, un canale del digitale interamente dedicato e un libro, prevede anche la vendita di una numerosa serie di integratori di vitamine e spezie (circa 40 al giorno) da assumere per tutta la vita e vedute dalla stessa società di Panzironi.

L’Ordine Nazionale dei Biologi, presieduto dal 2017 da Vincenzo D’Anna, ha emanato una nota stampa ufficiale nella quale mette in guardia il pubblico e segnala la vicenda anche al Ministero della Salute: “C’è la necessità di intervenire a tutela della salute dei cittadini per porre fine alle diverse proposte diffuse in tema di nutrizione ed alimentazione da parte di soggetti improvvisati che arrivano a proporre diete con finalità curative di diverse patologie, determinando, in concreto, condizioni di rischio per la salute dei soggetti attratti da falsa propaganda”. La questione ruota intorno non tanto alla dieta proposta ma alle evocate proprietà curative di questo metodo. Su questo tema anche l’ADI (Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica) è già intervenuta duramente segnalando il pericolo per la popolazione italiana, sottoposta ad informazioni false sulle proprietà curative di “Life120” per malattie come il Diabete di tipo 1 e Alzheimer.

L’Ordine dei Biologi ha sottolineato inoltre che “esiste un problema ancor più rilevante connesso alla necessità di tutela delle attività professionali riservate alle categorie abilitate, dove ONB chiede interventi precisi per sanzionare i casi di abuso di professione che sono sottesi”. Insomma per parlare di nutrizione è necessario avere competenze specifiche. A questo scopo l’Ordine dei Biologi ha anche segnalato ai NAS dei carabinieri il caso del giornalista al fine di valutare le ricadute e le illegittimità connesse a tali  attività.

Life120 e il metodo Panzironi, Adi: “A rischio la salute della popolazione”

Print Friendly
0