Macron: “I cambiamenti climatici esistono, ricercatori venite in Francia”

Al “negazionismo” sui cambiamenti climatici portato avanti dal presidente americano, Macron risponde invitando i ricercatori americani in Francia


“So che il vostro nuovo presidente ha deciso di mettere a repentaglio i vostri fondi e le vostre iniziative e che è estremamente scettico riguardo ai cambiamenti climatici, ma io non ho alcun dubbio su quanto dobbiamo impegnarci per risolvere questo problema”. Così Emmanuel Macron, che stando agli ultimissimi risultati sarà il nuovo Presidente della Repubblica francese, si rivolge in un video postato sulla propria pagina Facebook a ricercatori e ingegneri americani che studiano i cambiamenti climatici. Un messaggio in netto contrasto con la politica di “negazionismo” portata avanti dal presidente americano Donald Trump dall’inizio del suo mandato: egli, infatti, ha sempre considerato il riscaldamento globale un “complotto” ordito ai danni dell’economia americana.

In questo breve video messaggio, invece, Macron invita gli studiosi americani a recarsi in Francia  dove assicura che saranno i benvenuti – perché si uniscano agli studiosi francesi ed europei nella lotta al surriscaldamento globale. Il paese, secondo Macron, cerca persone innovative in grado di proporre “nuove tecnologie ed energia rinnovabile, per fare di più e più in fretta contro i cambiamenti climatici, in linea con Cop21” (conferenza internazionale sul clima siglata a Parigi, ndr). In più, sottolinea che saranno forniti ai ricercatori francesi ed europei fondi e investimenti – sia pubblici che privati – sempre più consistenti, per continuare la lotta al surriscaldamento globale.

Arriva Trump e il cambiamento climatico non esiste più: ecco chi sta salvando i dati online

Print Friendly
0