Bambini vegetariani per loro scelta: come comportarsi

Verso gli 8 anni può capitare che un bambino manifesti autonomamente la volontà di diventare vegetariano. Come mai questo accade? Ce lo spiega la pediatra Carla Tomasini.

Vegolosi.it ospita la pediatra Carla Tomasini, esperta in alimentazione vegetale. In una serie di articoli la dottoressa fornisce le risposte alle domande più comuni sull’alimentazione dei più piccoli con l’attenzione e le competenze di un medico e i trucchi e i consigli di una mamma.

Tutti conosciamo Lisa Simpson e sappiamo che Lisa è vegetariana nonostante sia figlia di genitori onnivori e in casa sua si consumi regolarmente carne, che lei però rifiuta. Il padre non la comprende, il fratello bullo si fa beffe di lei, sola a madre la accetta per quello che è. Ma anche nella realtà esistono bambini che desiderano diventare vegetariani (più raramente vegani) anche in famiglie onnivore. Ne ho incontrati molti! Insomma, può capitare in tutte le famiglie! Di soliti, capita verso gli 8 anni.  Vediamo il perché.

Perché i bambini diventano vegetariani

Non è un caso che il personaggio di Lisa abbia 8 anni e sia stata disegnata così. Intorno agli 8 anni si verifica un cambiamento importante nella psiche del bambino perché arriva la consapevolezza della morte. Un animale che muore non è semplicemente un animale fermo e immobile come se dormisse, non si può svegliare o “far funzionare” di nuovo come chiedono i bimbi più piccoli. Il bambino di 8 anni coglie l’irreversibilità dell’evento, sente che quell’essere non esisterà più. Ne comprende la gravità. Ciò vale, ovviamente, anche per il lutto di una persona cara che muore.

Ecco perché ci sono bambini che verso gli 8 anni non vogliono più mangiare carne. Comprendono che la carne implica una morte. Di solito c’è un evento che fa scattare in loro questo desiderio. Può trattarsi di un evento negativo, magari venire a conoscenza che un animale che amano è stato ucciso per essere mangiato (polli, conigli, il proprio cavallo da equitazione una volta invecchiato…). Oppure un evento positivo: conoscere una persona già vegetariana (un parente, un maestro di scuola, un personaggio famoso). Una mia paziente è diventata vegetariana a 8 anni proprio grazie a Lisa Simpson, prima di allora non sapeva neppure cosa fossero i vegetariani.

Come comportarsi

Se un bambino sceglie di diventare vegetariano autonomamente a questa età i genitori hanno 2 possibilità: ostacolarlo o appoggiarlo. Il primo caso è stato quello dei miei genitori, ad esempio (e io sono il risultato!). Il secondo caso è quello che interessa molti bambini di oggi, che fortunatamente vengono ascoltati di più rispetto al passato e ne ho conosciuti già svariati.

I genitori che portano questi bimbi da me in ambulatorio hanno un grande punto interrogativo stampato sulla faccia: perché mi è uscito un figlio così? Cosa gli faccio da mangiare? Ma i bambini vegetariani si ammalano? Ma è solo una fase, vero?

Ebbene cari genitori, se vi è capitato un figlio così vi auguro di accettarlo e amarlo non come vorreste che fosse, ma così com’è perché ognuno ha il proprio cammino e questo sarà il suo!

Print Friendly
0
Mostra commenti (0)