Tabbouleh con peperoni e cetrioli

Originario del Libano e della Siria, il tabbouleh vegan è un piatto freddo a base di prezzemolo, menta e di bulghur (grano duro germogliato e precotto). Quello libanese è fatto con tanto prezzemolo e pochissimo bulghur, pomodori e cipolle. Esistono tante altre varianti come quella armena con l’aggiunta di lattuga oppure quella palestinese con il cetriolo. In Nord Africa, invece si usa la semola di grano duro (quella usata per il couscous) e l’uvetta.

A casa mia, il tabbouleh è un piatto fisso nelle giornate calde d’estate! La versione che vi propongo oggi sostituisce il pomodoro con il peperone ed è molto diffusa in Francia. E’ un piatto gustoso e rinfrescante, comodo anche da preparare per un bel pic-nic. Una valida alternativa alla tradizionale insalata di riso!

Ingredienti per 6 persone:

250 g di semola di grano duro (grana media)
250 ml di acqua bollente
4 limoni
1 peperone rosso
1 cetriolo
1 cipollotto
1 mazzo di prezzemolo
2 rami di menta
olio evo
sale

Mettete la semola in una insalatiera, aggiungete il succo di 2 limoni, 1 cucchiaio di olio evo e l’acqua bollente (quella del bollitore è perfetta) e un po’ di sale. Mescolate bene con una forchetta e coprite con un coperchio. Lavate il peperone rosso, togliete i semini interni e tagliatelo a dadini.

Pelate il cetriolo, togliete i semini e tagliatelo a dadini, poi lavate il prezzemolo e la menta, asciugate bene e tritateli insieme al cipollotto. Quando la semola si sarà raffreddata, aggiungete le verdure a dadini, il tritto di erbe e il succo di 2 limoni. Condite con olio e aggiustate di sale. Riponete il tabbouleh in frigorifero per qualche ora: va servito freddo! Prima di servire, aggiustate con un filo di olio evo.

Le quantità di prezzemolo e menta dipendono dai gusti di ognuno! A voi la scelta!

 

Print Friendly
0
Mostra commenti (0)