Stop al panino vegano da McDonald’s, poche vendite e Beyond Meat cade in Borsa

A confermarlo prima i dipendenti poi gli analisti: il McPlant, vegan burger di Beyond Meat per McDonald’s non vende più, i clienti non lo mangiano.

La storia fra il veganesimo e McDonald’s è lastricata di incertezze, insuccessi e lacrime: la coppia non tiene. Lo scorso giovedì 21 luglio 2022 il colosso dei fast food McDonald’s ha confermato alla CNBC che il periodo di test negli USA del McPlant, il panino vegano realizzato in collaborazione con Beyond Meat, si è ufficialmente concluso deludendo le aspettative. La mattina stessa, un crollo del 6% delle azioni dell’azienda che produce fake meat ha salutato i mercati.

La novità venne lanciata da McDonald’s per un test sul mercato nel novembre 2021, prima in otto ristoranti e nei mesi successivi in ben 600. Dopo l’entusiasmo iniziale dei clienti però, i dipendenti della catena si sono accorti che la domanda del panino vegano è andata via via diminuendo. Sensazione che ha poi trovato riscontro nei report degli analisti. Al momento sia Beyond che il colosso dei panini non si sono pronunciati su eventuali piani futuri per ulteriori testo o lanci a livello nazionale. 

Lo stop negli USA ma l’ok da Regno Unito e Austria

Un vero passo falso per la “carne vegana” che già quest’anno aveva registrato una perdita del 53% trascinando in basso il suo valore di mercato a 2,06 miliardi di dollari. Wall Street ora è scettica sulla possibilità di crescita nel futuro dell’azienda anche a fronte del fatto che le collaborazioni con i giganti della ristorazione “veloce”, come appunto McDonald’s e Pizza Hut, non si sono prontamente convertite in presenze fisse sui menù né tanto meno in piani di espansione nelle catene a livello nazionale.

Gli analisti Peter Saleh per il BTIG e Ken Godlman di JP Morgan hanno commentato dichiarando che non solo il franchising stesso ha ammesso che le vendite sono state di molto inferiori alle aspettative, ma anche che i clienti non si sono dimostrati interessati a consumare il McPlant nonostante l’apprezzamento iniziale.

Nonostante l’accaduto però, la partnership siglata nel 2021 da McDonald’s e Beyond Meat della durata di tre anni per ora continua, e a maggio 2020 il CEO della Beyond Meat ha dichiarato che la vendita dei McPlant nel mercato internazionale sta andando forte nel Regno Unito e in Austria.

Nel mentre il rivale Burger King, che per primo ha portato opzioni vegan fisse nel menù (seppur non assicurando l’assenza di contaminazione con prodotti a base di carne), continua senza impedimenti. Solo lo scorso 19 luglio 2022 è stato inaugurato a Vienna anche il primo Burger King temporaneo del tutto vegano la cui sopravvivenza dipenderà – come spiegato dai piani alti del fast food con la corona – dalla effettiva richiesta dei clienti. 

Print Friendly
0