Mariarosa, salvata dal ciglio della strada dopo la caduta dal camion verso il macello

L’animale è stato soccorso grazie all’intervento dei volontari Enpa di Canosa di Puglia e dei Vigili del Fuoco

Altra storia a lieto fine. Una scrofa segnalata riversa al lato della strada tra Canosa e Minervino, in provincia di Barletta-Andria-Trani è stata tratta in salvo dai volontari dell’Enpa di Canosa di Puglia che l’hanno soccorsa e si sono mobilitati per aiutarla.

La scrofa del peso di 300 chilogrammi, infatti, probabilmente era caduta da un camion che la portava al macello ed è rimasta ferita sul guardrail.

La vicenda

“Quando siamo arrivati – raccontano i volontari dell’Enpa di Canosa di Puglia – ci siamo subito resi conto della difficoltà del recupero. Mariarosa, così abbiamo ribattezzato la maialina, era disidratata e aveva importanti ferite sulla zampa bisognava trovare un mezzo per portarla in fattoria. È stato un lavoro di squadra. Abbiamo chiamato i vigili del fuoco, che hanno letteralmente smontato il guardrail. Ci hanno aiutato altro volontari che saputa la notizia sono accorsi. È arrivato il carro attrezzi (dopo qualche peripezia) e finalmente dopo sette interminabili ore è stato scritto il lieto fine“.

Le prime cure ancora in autostrada per Mariarosa. Foto tratte dalla pagina Facebook del santuario della Fattoria di Nonno Peppino

Ora l’animale, sebbene abbia ancora bisogno di cure, potrà vivere serena la sua vita nella Fattoria di Nonno Peppino, una “non fattoria” che si trova a Cerignola e che ospita animali che vivono in competa libertà, accuditi nel migliore dei modi.

Anche Sakura

Qualche mese fa lo stesso scenario si era presentato in Spagna. Un cucciolo di suino era caduto da un camion diretto al macello. Segnalata e poi salvata dai volontari di un’associazione animalista, la suinetta è stata poi trasportata nella struttura “Rifugio vegan”, un santuario per animali molto famoso e completamente vegan che si trova a Brunete nella comunità autonoma di Madrid.

Print Friendly
0