Fuochi d’artificio silenziosi per tutelare gli animali, anche in Italia

Non completamenti “muti” ma molto meno rumorosi di quelli tradizionali, promettono di salvare la vita a migliaia di animali ogni anno.

fuochi d'artificio silenziosi

Suona quasi come un ossimoro, invece si tratta di un espediente pensato per tutelare gli animali. I giochi pirotecnici silenziosi Questa idea, diffusi in diversi paesi tra i quali anche l’Italia, potrebbero cambiare il nostro modo di festeggiare, senza arrecare danni all’ambiente e agli animali. I fuochi d’artificio, infatti, immettono nell’atmosfera diversi tipi di sostanze inquinanti – tra i quali polveri sottili e molti metalli pesanti – e a questo si aggiunge il fastidio che i botti procurano agli animali e ai bambini più piccoli, che nel primo caso può risultare anche letale.

Perché i fuochi d’artificio sono pericolosi per gli animali

L’udito degli animali è molto più sviluppato del nostro e il rumore prodotto dai giochi pirotecnici risulta particolarmente disturbante. Non si tratta però solo di fastidio o disagio, ma di un vero e proprio trauma che, secondo le stime del WWF, solo in Italia provoca la morte di cinquemila animali (domestici e non) durante i festeggiamenti di Capodanno: non solo attacchi di cuore, ma anche fughe improvvise che terminano, purtroppo, con incidenti automobilistici.

Ma non basta: come spiega il WWF, gli animali selvatici “spaventati, perdono il senso dell’orientamento ed effettuano una fuga istintiva rischiando di colpire un ostacolo a causa della scarsa visibilità. Altri abbandonano il loro dormitorio invernale (alberi, siepi e tetti delle case), vagano al buio anche per chilometri e, non trovando altro rifugio, muoiono per il freddo a causa dell’improvviso dispendio energetico a cui sono costretti in una stagione caratterizzata dalla scarsità di cibo che ne riduce l’autonomia”.

Dove si comprano?

Solitamente i fuochi d’artificio complessi, per feste patronali e occasioni pubbliche,  devono essere manovrati da persone competenti e ci sono professionisti e aziende, facilmente rintracciabili online, che offrono questo servizio anche con i giochi pirotecnici silenziosi. Anche per i singoli, però, è possibile trovare fuochi d’artificio “cruelty free” senza grossa fatica: sempre online, alcune aziende li vedono addirittura marcati “vegan” per segnalare che non si tratta di prodotti testati, che non danneggiano gli animali e che non rilasciano nell’aria e nell’ambiente sostanze tossiche.

Niente rumore, ecco dove

Ecco allora che la soluzione a questo problema diventano i fuochi d’artificio silenziosi (un esempio nel video qui in alto): non completamente “muti”, ma sicuramente molto meno rumorosi dei cugini tradizionali. Si tratta di un espediente abbastanza diffuso in Europa, ma anche in Italia: per esempio a Collecchio, piccola cittadina in provincia di Parma, già da qualche anno si festeggia nel rispetto degli animali seguendo un’ordinanza sindacale (a volte disattesa, purtroppo).

Così come Collecchio anche Olbia, in Sardegna, Manarola, in Liguria e Rieti, comune laziale, dove da qualche tempo si è scelto di festeggiare nel rispetto degli animali. Anche oltreoceano, però, questo tipo di giochi pirotecnici sta prendendo piede: per esempio Banff, cittadina turistica in Canada, ha detto “basta” ai fuochi d’artificio classici lo scorso primo luglio, in occasione del Canada Day, festività nazionale. “Volevamo ridurre al minimo l’impatto sulla fauna della città e, ovviamente, sul parco nazionale circostante – ha spiegato il vicesindaco della città Corrie DiManno – perché fuochi d’artificio ad alto volume possono essere stressanti per loro. Passare a questo tipo di pirotecnica ci aiuta ad andare avanti, per così dire. Ci consideriamo leader nel settore della conservazione ambientale e volevamo assicurarci di fare tutto il possibile“. Insomma, un gesto di civiltà a cui, speriamo, aderiranno sempre più città in Italia e nel mondo.

Insieme

Con il 2021 ci piacerebbe continuare a produrre contenuti, informazione di alta qualità, ricette meravigliose e permettere a sempre più persone di acquisire maggiore consapevolezza su questi temi: possiamo farlo insieme, se vuoi.
Abbonandoti a Vegolosi MAG, la nostra rivista mensile digitale, potrai goderti ricette inedite e contenuti giornalistici di alta qualità e al tempo stesso sostenere Vegolosi.it. Iniziamo da qui.

Print Friendly
0