Sostituire lo zucchero bianco: i dolcificanti alternativi

ZuccheroQuanti di noi, senza soffermarsi a pensare, aggiungono quotidianamente lo zucchero raffinato nel caffè, nel cappuccino o in nel tè, per non parlare nelle torte o nei dolci che prepariamo? Eppure in quanti sanno che quella granella bianca è ormai priva di qualsiasi proprietà e nutrimenti propri invece dello zucchero grezzo? Una premessa importante è da fare: mangiando prevalentemente e correttamente frutta e verdura crude integriamo gli zuccheri di cui abbiamo bisogno e sentiremo di rado il bisogno di dolcificare gli alimenti. Inoltre, cosa che non tutti sanno, la lavorazione dello zucchero spesso prevede lo sbiancamento tramite filtri derivati da carbone animale, detto anche “nero di ossa”, attraverso un procedimento brevettato da Louis Constant nel 1812. Insomma, si tratta di un prodotto non proprio adatto a vegetariani e vegani. Ma, se volessimo comunque utilizzare dei dolcificanti, con pochissimi accorgimenti possiamo tranquillamente sostituire lo zucchero bianco, facendo un gran favore alla nostra salute. Vediamo insieme alcuni sostituti:

Sciroppo d’acero

Si ottiene tramite la bollitura della linfa dell’acero da zucchero e dall’acero nero. Come dolcificante naturale, contiene saccarosio in modeste quantità e per questo non adatto ai diabetici. E’ un prodotto depurativo ed energizzante dall’alto contenuto di vitamine.

Sciroppo d’agave

E’ il risultato del succo ottenuto dalla radice della pianta d’agave concentrato per ottenere uno sciroppo. Rispetto agli altri è il prodotto meno naturale a causa del processo di estrazione e purificazione a cui viene sottoposto. Come dolcificante viene spesso associato al miele sia per consistenza sia per potere dolcificante.

Stevia

Più dolce del saccarosio, questa pianta originaria del Sud America ha un potere dolcificante fino a 250 volte superiore allo zucchero. Sul mercato si trovano sia le foglie fresche sia la polvere ottenuta dalla macinazione delle foglie disidratate. Per le preparazioni dolci è necessario tenere a mente che la stevia ha un leggero gusto di liquirizia, le proporzioni invece sono: una foglia fresca o mezzo cucchiaino di polvere di stevia corrispondono a un cucchiaio di zucchero.

Datteri

Utilizzati perlopiù nell’alimentazione crudista come dolcificante nei frullati, nei dolci, ma anche nel sugo di pomodoro per togliere l’acidità. Sono estremamente ricchi di zuccheri e di minerali come potassio, ferro, magnesio, fosforo, calcio e di vitamina B. E’ possibile trovare i datteri tutto l’anno sia freschi che secchi, quindi è possibile utilizzarle in diverse preparazioni anche perché si sposano bene con quasi tutti i sapori. Sono da evitare i datteri lucidati con lo sciroppo di glucosio.

Malto

Lo sciroppo di malto può essere di orzo, di riso, di mais e di frumento. Quello più dolce è quello di mais. Va tenuto presente, però, che qualsiasi sciroppo di malto ha un potere dolcificante del 50/60 per cento inferiore rispetto allo zucchero bianco, soprattutto perché contiene un’alta percentuale di acqua. Per le sostituzioni nelle vostre ricette tenete conto della proporzione: 100 g di sciroppo di malto corrispondono a 80 g di zucchero. Il malto è ricco di vitamine e sali minerali fra i quali un’alta concentrazione di potassio, sodio e magnesio.

Print Friendly
0